Discussione: Robofesta Pisa 2013
Visualizza messaggio singolo
  #1  
Vecchio 21-01-2013, 11.22.39
L'avatar di guiott
guiott guiott non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 23-04-2004
Residenza: Roma
Età : 62
Messaggi: 1,415
Potenza rep: 330
guiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via AIM a guiott Invia un messaggio via MSN a guiott Invia un messaggio via Yahoo a guiott Send a message via Skype™ to guiott
Predefinito Robofesta Pisa 2013

Mi riaggancio ad un thread partito su Roboteck e riporto anche qui la mia impressione sulla... gita a Pisa appena conclusa per:
A - Comunicare le mie impressioni anche a chi non partecipa a Roboteck
B - Far rosicare chi non è venuto

Quest'anno abbiamo raggiunto il minimo storico di partecipanti, ma solo come quantità, la qualità era altissima. La logistica perfetta, del Fascetti e della premiata ditta Sergio&Monica. Le condizioni meteorologiche non erano perfette ma non è stato raggiunta la tanto temuta temperatura in gradi Kelvin negativi... e nemmeno in gradi Celsius. Tanta acqua ma solo la notte, pochissimi disagi.
Discussioni interessantissime. Da Einstein-Poincarrè a Sharon Cenciarelli passando per Anderson e Premerlani. Siamo riusciti a parlare di IMU per molto tempo senza cadere neanche una volta in battute ormai scontate. DCM, quaternioni, angoli di Eulero, sensor fusion a tutti i livelli. Da Pru alle comunicazioni interprocesso, dai bit del registro di configurazione ai livelli più alti della pila ISO/OSI. Dagli impulsi degli encoder agli strumenti per la telemetria in javascript. Dall'energia alternativa al risparmio energetico dei componenti.

Molti stimoli che ancora devono essere assimilati. Dopo alcuni studi di fattibilità vedremo quali nuovi progetti potranno partire. Non voglio assolutamente lanciare un flame che, in quando tale, si spegnerebbe dopo una vampata.

P.S.
Quando parlo delle qualità dei partecipanti intendo quella umana, morale, tecnica, scientifica, dell'apertura di vedute. Tutte a livelli eccelsi e che, da sole, valgono tutto il viaggio. Poter passare un fine settimana insieme a tali amici... non ha prezzo.
Per quanto riguarda la qualità fisica... la salute... non siamo proprio allo stesso livello. Dal momento che, nonostante tutti i nostri studi, non siamo riusciti ad invertire la linea temporale dell'universo e neanche a cambiare il verso dell'entropia, ho paura che dobbiamo cominciare ad organizzarci per gli anni prossimi chiedendo l'aiuto di Fabio R2D2, o meglio della moglie, per far accompagnare il gruppo Roboteck/RoboItalia da un presidio mobile di primo soccorso che ci segua nei nostri spostamenti.
__________________
Guido
------
www.guiott.com
Rispondi citando