Visualizza messaggio singolo
  #1  
Vecchio 09-03-2014, 16.08.26
L'avatar di Caronte
Caronte Caronte non è collegato
Administrator
 
Data registrazione: 15-10-2009
Residenza: Ferrara
Età : 50
Messaggi: 2,962
Potenza rep: 332
Caronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito Officine robotiche 2014





ROMA

12 e 13

APRILE


2014



L'EVENTO












Workshop

Sabato 12 Aprile 2014




Ore 11:15 – 30 anni di robotica amatoriale



di Ivan de Cesaris


Breve storia di 30 anni di attività robotica in Italia.
La robotica è una passione che riesce a dare risalto alle qualità individuali di ognuno di noi, la dedizione, l’inventiva, la sperimentazione, la costante voglia di aggiornamento, di conoscenza. Lo scopo di questa presentazione è di documentare l’evoluzione in Italia della passione che ci unisce e che accomuna persone in un range di età decisamente ampio. Fondamentalmente procediamo nel campo delle soddisfazioni personali. Imparare un nuovo linguaggio, provare sfide più difficili, apprendere nuove tecniche, sfidarsi, migliorarsi. La stragrande maggioranza di robottari italiani proviene da un passato “elettronico-informatico”. Per hobby o per professione. Poi qualche scintilla li devia imprevedibilmente verso la robotica.


Ore 12:00 – Le basi della Robotica


di Antonio Mattioli


La robotica amatoriale negli ultimi anni ha conquistato sempre più interesse.
Non c’è età, interessa a tutti! Giovani e meno giovani sono attratti da questa fantastica “possibilità dei nostri tempi”,i tempi dell’era digitale.
Molti hanno iniziato e lasciato perdere per diversi motivi: difficoltà dovute all’ottenimento di un risultato in breve, tempo libero da dedicare, perdita di entusiasmo, eccetera, ma alcuni sono diventati dei veri e propri “Robot-Dipendenti” come il sottoscritto! Sette anni fa se qualcuno mi avesse chiesto cos’era un ‘bit’ gli avrei risposto che è un genere musicale!
Come in tutte le cose bisogna affrontare anche questo mondo facendo i dovuti passi. Garantisco personalmente che le soddisfazioni che si possono trarre sono direttamente proporzionali all’impegno che si dedica. Da cosa nasce cosa…
E’ così difficile partire? Costoso? E’ per tutti o bisogna avere un apposito background scolastico? Per fare “qualcosa” ci vuole molto tempo? A questa e altre domande cercherò di rispondere nel mio intervento di sabato 12 aprile.
Vi aspetto! Non mancate! Vi farò conoscere il “Robottaro” che è dentro di voi e che non credevate che ci fosse



Ore 12:45 – Herby: dalla passione alla professione



di Marco Fabbri

Da Hobby a Professione è una storia, la vicenda di come la rete riesce a far incontrare competenze e opportunità. Non un progetto da hobbysta per hobbysti ma da hobbysta a mercato consumer. L’evolversi della situazione, le difficoltà e i passaggi che hanno reso possibile la creazione di un progetto di alto livello, come l’insieme delle competenze di forum e mailing list possono giocarsela alla pari con i colossi del settore. Nel Q&A time è possibile inoltre avere risposte a tutte le curiosità tecniche o commerciali.



Ore 15:00 – Architettura di un robot complesso


di Guido Ottaviani


Cosa serve per fare un robot? Due ruote, due motori, due driver per i motori e un controller per gestire le funzioni base. Ma appena abbiamo bisogno di funzioni più particolari le cose si complicano. Se vogliamo che il robot vada ad una velocità precisa e controllata? In una direzione precisa? Se vogliano che abbia in ogni momento cognizione della propria posizione all’interno del proprio universo? Che interagisca con l’operatore trasmettendo i dati vitali, ricevendo comandi ad alto livello e trasmettendo la sua visione soggettiva del mondo che lo circonda? Se vogliamo che il robot si muova in modo autonomo evitando gli ostacoli e trovando il suo obiettivo con o senza punti di riferimento esterni?
Allora servono più sottosistemi autonomi e specializzati per le singole funzioni che interagiscano tra loro per formare un unico sistema complesso.
In questo workshop saranno esposti sia la teoria alla base sia alcuni esempi pratici di robot più o meno complessi con tutte le parti che li compongono.

Ore 15:45 – GUI HTML per Robot


di Roberto D’Amico


Per monitorare un Robot mobile, un display montato sullo stesso non è sufficiente! La soluzione migliore è sempre stata quella di inviare informazioni verso un PC, in primis con cavo e terminale in modalità testo, poi in wireless con una GUI sviluppata ad hoc.
Oggi le cose sono un po’ cambiate, grazie alla diffusione di schede embedded su cui è possibile far girare un vero sistema operativo, utilizzate come “brain” del robot, e delle novità introdotte da HTML5 è possibile disegnare delle GUI con controllare il Robot che funzionano in un Browser rendendole estremamente portatili (PC, Smartphone, Tablet, ecc) e funzionali.

Ore 16:30 – Computer Vision


di Walter Lucetti


Una veloce introduzione al mondo della Visione Artificiale applicata al mondo
della robotica facendo riferimento alla libreria opensource OpenCV.
La vista è uno dei sensi principali dell’essere umano, pensare che anche un
robot possa “vedere” ci porta a dare per scontate molte fasi che in pratica
si rivelano tutt’altro che semplici da realizzare in un sistema artificiale.
Durante la presentazione verrà fatto riferimento ai problemi più comuni in cui
ci si può imbattere durante lo sviluppo di software di controllo basati sulla
visione artificiale, con una particolare attenzione agli errori più comuni
commessi nella fase di progettazione degli algoritmi.



Ore 17:15 – ROS – Robot Operating System



di Raffaello Bonghi
R.O.S. (Robot Operating Systems) nato nel 2007 presso la Standford Artificial Intelligence Laboratoy dalle menti che fonderanno successivamente “Willow Garage”, nasce con l’idea di avere un sistema di sviluppo su cui più team o persone possano condividere “package” qualche che siano un sistema di interfacciamento dell’hardware, di dispositivi, di librerie, strumenti di visualizzazione e scambio dati presenti in un robot complesso.
Dopo solo 7 anni di attività conta oltre 3.000 partecipanti al progetto e 22.000 pagine nel wiki di ROS. Questo sistema è usato non solo che dalle più grandi univerisità Americane, Europee, asiatiche e grazie alla sua natura di essere un sistema “distribuito” favorisce l’integrazione del proprio codice o robot all’intero di questa comunità. Viene quindi da chiedesi, ROS è il sistema di sviluppo adeguato per il mio robot?
Questo workshop vi introdurrà all’universo di ROS, partendo dal suo sistema di sviluppo, fino ad arrivare all’integrazione in un robot.






__________________________________________________ _____

PARTECIPA CON IL TUO ROBOT!




____________________________________________



SEGUICI ANCHE SU






LA MANIFESTAZIONE E' GRATUITA


L'EVENTO E' UN INCONTRO TRA APPASSIONATI


NON E' UNA GARA





VI ASPETTIAMO!!!!!!!!






Ultima modifica di Caronte : 11-03-2014 alle ore 22.59.32
Rispondi citando