spacer.png, 0 kB

Torna indietro   Roboitalia.com - Il primo portale in Italia sulla robotica amatoriale > Robotica Avanzata > Motori e azionamenti

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalitŗ† visualizzazioe
  #21  
Vecchio 11-08-2005, 20.40.18
fiser fiser non è collegato
Moderator
 
Data registrazione: 26-04-2004
Messaggi: 350
Potenza reputazione: 73
fiser E' per ora ancora un mistero
Invia un messaggio via ICQ a fiser Invia un messaggio via MSN a fiser
Predefinito

ciao ragazzi
vorrei intervenire se permettete!!!!! √® gi√* raro che riesca ad entrare in questo forum....
I motori passo passo non sono come i motori DC a spazzole.
Mentre i motori "normali" a spazzole vanno alimentati in tensione, i motori passo passo vanno alimentati in corrente.
Quindi non conta la tensione che applicate al motore passo passo ma conta la corrente che riuscite a far scorrere nelle sue fasi.
Molto spesso capita di raccattare motori passo passo ma non trovarne i datasheet e non saperne le caratteristiche....
Vediamo cosa possiamo fare per utilizzare questi ignoti motori.
1 si prende il tester e si misura la resistenza delle fasi.
una volta fatto questo possiamo pensare di applicare una tensione alle fasi e mettere una resistenza in serie alla fase per limitare la corrente.
La tensione puo partire da 5 volt e arrivare anche a 100 volt.
Non importa la tensione.
Quello che importa √® la corrente che scorrer√* nella fase che sar√* data dal semplice calcolo della legge di ohm.
sapete gi√* la resistenza della fase, avendola gi√* misurata, sapete il valore della tensione che applicherete.
Dovete solo applicare la legge di ohm per sapere quanta corrente scorrer√*.
Qui comincia il dramma:
Come ho gi√* detto il motore passo passo richiede di essere pilotato in corrente.
Quindi non dovrete regolare la tensione che state dando al motore ma dovrete limitare la corrente con l'uso di una resistenza posta in serie alle fasi del motore.
Faccio un esempio...... tanto per chiarire meglio come muoversi....
Collega il tuo motore che ritieni sia da 12 volt.
metti una resistenza in serie alle fasi del motore e dai tensione.
La resistenza l'avrai calcolata con la legge di ohm dovendo impostare dapprima una corrente bassa.
Per come hai descritto il motore direi di non superare i 300-400 mA
per cominciare.
Fai girare per mezz'ora il motore e controllane la temperatura del corpo con la mano.
Se la tua mano sente il motore appena tiepido puoi aumentare leggermente la corrente (abbassando il valore della resistenza che hai messo in serie) lasciando inalterato tutto il resto.
Se invece scalda un pochino... direi massimo 40 gradi, direi che sei arrivato al valore di corrente massimo che puoi dare al motore.
Se invece scalda decisamente troppo allora devi diminuire la corrente aumentando la resistenza i serie alla fase.
spero di essere stato chiaro
Sergio
__________________
troppa robotica fa male alla salute
Rispondi citando
  #22  
Vecchio 11-08-2005, 20.44.53
fiser fiser non è collegato
Moderator
 
Data registrazione: 26-04-2004
Messaggi: 350
Potenza reputazione: 73
fiser E' per ora ancora un mistero
Invia un messaggio via ICQ a fiser Invia un messaggio via MSN a fiser
Predefinito

dimenticavo un particolare....
Se sei certo che il tuo motore sia da 12 volt, basta misurare la resistenza della fase e sai quanta corrente richiede il motore per funzionare!!!!
Quindi la prova del calore puoi anche saltarla
e calibrare direttamente la resistenza da porre in serie alla fase con la legge di ohm
__________________
troppa robotica fa male alla salute
Rispondi citando
  #23  
Vecchio 11-08-2005, 23.13.36
L'avatar di marnic
marnic marnic non è collegato
Administrator
 
Data registrazione: 23-05-2002
Residenza: Monselice (PD)
Etŗ†: 58
Messaggi: 5,458
Potenza reputazione: 423
marnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua fama
Predefinito

Ottimo Fiser!
visto che siamo in tema mi permetto di aggiungere/precisare qualcosa.
Nei motori elettrici la rotazione avviene grazie all'interazione dei campi magnetici di rotore e statore, questo campo magnetico dipende oltre che da alcune caratteristiche costruttive (numero di spire, permeabilit√* del circuito magnetico...) che sono costanti per un dato motore, dalla corrente che circola nelle spire dell'avvolgimento.
La tensione pertanto viene variata "solo" per variare la corrente nell'avvolgimento.
Di fatto porre una resistenza in serie (sulla quale hai una caduta di tensione data da R*I) significa diminuire la tensione di alimentazione del motore. In realt√* si ottiene anche un altro effetto, spiegato molto bene nel sito di Vincenzo Villa, permettendo alla corrente di raggiungere il suo valore massimo in un tempo minore e questo a tutto vantaggio della potenza che ne deriva sull'asse.
__________________
Marnic
Roboitalia Staff
www.fabbrimarco.com
Rispondi citando
  #24  
Vecchio 12-08-2005, 08.53.32
fiser fiser non è collegato
Moderator
 
Data registrazione: 26-04-2004
Messaggi: 350
Potenza reputazione: 73
fiser E' per ora ancora un mistero
Invia un messaggio via ICQ a fiser Invia un messaggio via MSN a fiser
Predefinito

il tempo minore di raggiungemineto della corrente a regime vale solo con la tecnica chopper data dalla coppia 297-298.
Con la resistenza in serie e controllo unipolare non vale piu... a meno di ricorrere all'apposito circuito di controllo della corrente e aggiunta di resistenza di sense.
__________________
troppa robotica fa male alla salute
Rispondi citando
  #25  
Vecchio 12-08-2005, 21.41.04
L'avatar di marnic
marnic marnic non è collegato
Administrator
 
Data registrazione: 23-05-2002
Residenza: Monselice (PD)
Etŗ†: 58
Messaggi: 5,458
Potenza reputazione: 423
marnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua famamarnic La sua reputazione Ť oltre la sua fama
Predefinito

Ti rimando a questo link, quasi in fondo alla pagina http://www.vincenzov.net/tutorial/pa...so/stepper.htm spiega meglio quello che volevo dire
Poi in effetti come dici se usi quegli integrati hai gi√* dei vantaggi integrati
__________________
Marnic
Roboitalia Staff
www.fabbrimarco.com
Rispondi citando
  #26  
Vecchio 13-08-2005, 06.49.06
fiser fiser non è collegato
Moderator
 
Data registrazione: 26-04-2004
Messaggi: 350
Potenza reputazione: 73
fiser E' per ora ancora un mistero
Invia un messaggio via ICQ a fiser Invia un messaggio via MSN a fiser
Predefinito

in effetti un piccolo miglioramento in unipolare c'√® ma, a parit√* di motore la differenza di prestazioni tra chopper reale e resistenza esterna √® a dir poco drammatica.
__________________
troppa robotica fa male alla salute
Rispondi citando
  #27  
Vecchio 18-09-2005, 09.54.11
luigi.malago luigi.malago non è collegato
Robottaro gold
 
Data registrazione: 23-05-2005
Messaggi: 100
Potenza reputazione: 64
luigi.malago E' per ora ancora un mistero
Predefinito

Ciao a tutti,
innanzitutto mi scuso per essermi assentato così a lungo, ma tra le vacanze e altri esami sono stato molto stoto torchio... tant oda dover posticipare la consegna del mio progettino...

volevo ringraziarvi per i vostri interventi, adesso ho capito molto di pi√Ļ, e ho un metodo da applicare per i vari motorini che non riesco a identificare che ho sottratto dalle stamanti...

ho però un dubbio:
il procedimento che avete descritto è da applicar per i 4 fili che gestiscono le fasi. Ma che alimentazione dare al quinto filo?
5v o 12v?

nei circuiti che ho visto non ho delle resistenze in serie sul quinto filo, ma solo sui 4 fili delle fasi, quindi il procedimento non mi pare sia applicabile...

grazie mille, direi che questo forse è l'ultimo dubbio sull'agomento..

vi ringrazio per la disponibilit√*.
Luigi
Rispondi citando
  #28  
Vecchio 18-09-2005, 10.11.52
fiser fiser non è collegato
Moderator
 
Data registrazione: 26-04-2004
Messaggi: 350
Potenza reputazione: 73
fiser E' per ora ancora un mistero
Invia un messaggio via ICQ a fiser Invia un messaggio via MSN a fiser
Predefinito

se il motore √® a 5 fili sei costretto ad utilizzare la modalit√* unipolare per il controllo del motore e come schema guarda qu√*:
http://www.jofi.it/fiser/page35.html

Se invece il motore è a 4 oppure 6 fili puoi usare solo i 4 fili delle fasi e isolare i fili centrali delle fasi (e isolati anche tra loro)
Quest'altro schema √® buono per 4 fili (modalit√* bipolare)
http://www.jofi.it/fiser/page29.html
__________________
troppa robotica fa male alla salute
Rispondi citando
  #29  
Vecchio 19-09-2005, 08.47.00
luigi.malago luigi.malago non è collegato
Robottaro gold
 
Data registrazione: 23-05-2005
Messaggi: 100
Potenza reputazione: 64
luigi.malago E' per ora ancora un mistero
Predefinito

Lo schema che mi hai indicato al ink:
http://www.jofi.it/fiser/motore_passo/Schema_mpp.bmp
è praticamente lo schema che uso io, che è questo
www.ma5.it/luigi/circuito.jpg

Il mio motore ha 5 fili, uso il controllo unipolare,
4 fili per le fasi e uno all'alimentazione.

la domanda era:
i 4 fili delle fasi li controllo in corrente come mi hai indicato.
il 5¬į filo viene collegato direttamente al generatore di tensione.

La domanda è: il quinto filo lo collego a 5v o a 12V?
Per certi motori sono risalito al datasheet e ho capito che andavano collegati a 12V, ma per gli altri motori di cui non so nulla?
Come si fa a capirlo?
Il procedimento che hai indicato per dimensionare le resistenze non penso si possa applicare anche per il 5¬į filo...

Spero di aver chiarito il dubbio.

Luigi
Rispondi citando
  #30  
Vecchio 19-09-2005, 16.27.50
fiser fiser non è collegato
Moderator
 
Data registrazione: 26-04-2004
Messaggi: 350
Potenza reputazione: 73
fiser E' per ora ancora un mistero
Invia un messaggio via ICQ a fiser Invia un messaggio via MSN a fiser
Predefinito

ciao
la legge di ohm ti risolve tutto.... ora spiego meglio.
La tensione al motore deve essere tra le 10 e le 20 volte il valore di targa.
Se non conosci il valore da dare al motore non fa niente perch√® quello che conta sar√* la corrente.
Intanto puoi dare anche 24 volt... anzi se hai quelli daglieli.
Tra l'alimentazione e il quinto filo del motore devi interporre una resistenza che causer√* la caduta di tensione e al motore dovr√* arrivare la tensione corretta.
Si calcola tutto con la legge di ohm.
Elevare la tensione a monte porta il vantaggio di avere una sorta di choppig, per'altro molto leggera, che far√* aumentare un pochino le prestazioni del motore.
Quindi hai tensione totale, la resistenza da mettere è l'incognita, hai la resistenza della fase (basta misurarla con il tester) e hai la corrente da far scorrere.
Quindi legge di ohm a tutta birra.
Per i motori che non conosci puoi gi√* vedere dalla grandezza quanta corrente potrebbe asorbire e provare per 5 minuti a farli girare.
Se scaldano troppo vuol dire che stai dando troppa corrente e dovrai aumentare un pochino il valore della resistenza sull'alimentazione.
Considera che se scaldano fino a circa 40 gradi è del tutto normale
__________________
troppa robotica fa male alla salute
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione
Modalitŗ† visualizzazioe

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code Ť Attivato
Le smilies sono Attivato
[IMG] Ť Attivato
Il codice HTML Ť Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Ricavare specifiche motori passo passo Matrix The Warrior Motori e azionamenti 4 07-04-2010 15.11.07
potenziare una scheda per motori passo passo fontzie E. di Potenza 7 01-02-2009 13.08.50
Problema con interfaccia motori passo-passo bodla CNC e Robotica Cartesiana 1 20-12-2007 22.15.31
Pilotaggio Motori passo passo di una stampante epson ops8086 Motori e azionamenti 21 08-08-2006 13.08.41
controllo a tre assi per motori passo passo fdm Elettronica 13 20-02-2004 21.40.23


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le: 18.02.19.


Basato su: vBulletin Versione 3.8.8
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Realizzazione siti web Cobaltica Foligno
spacer.png, 0 kB