spacer.png, 0 kB

Torna indietro   Roboitalia.com - Il primo portale in Italia sulla robotica amatoriale > Generale > Forum generale

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità  visualizzazioe
  #1  
Vecchio 28-08-2016, 10.02.07
L'avatar di landyandy
landyandy landyandy non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 07-02-2010
Residenza: Abruzzo - Teramo
Età : 43
Messaggi: 2,330
Potenza reputazione: 327
landyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito batterie esaurite

Signori, spero di risvegliare il torpore estivo con una domanda che mi è balenata stamane al rientro a casa.

Ho l'impianto di luce d'emergenza, (che si abilita quando va via la corrente), che ha delle batterie oramai sulla quasi 10ina di anni .

Per fortuna la luce qui da noi salta raramente e non mi sono mai preoccupato di sostituirle.
Attualmente non erogano più nulla e quindi sono ovviamente rovinate.

La domanda è, ma questo tipo di batterie, quando sono arrivate alla "frutta", come vengono viste dal circuito di ricarica??

Sono in perenne ricarica oppure non c'è passaggio di corrente e quindi inutile consumo??

considerando che ne ho tre, potrei anche pensare ad un risparmio energetico.









Saluti che...salutano l'estate
Andy
__________________
------------------------------------------------




-----------------------------------------------
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 28-08-2016, 20.11.34
L'avatar di greybear
greybear greybear non è collegato
Moderator
 
Data registrazione: 05-05-2003
Residenza: Roma
Età : 60
Messaggi: 1,345
Potenza reputazione: 179
greybear La sua reputazione è oltre la sua famagreybear La sua reputazione è oltre la sua famagreybear La sua reputazione è oltre la sua famagreybear La sua reputazione è oltre la sua famagreybear La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via Yahoo a greybear
Predefinito

Metti in serie un amperometro...
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 29-08-2016, 07.02.15
L'avatar di guiott
guiott guiott non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 23-04-2004
Residenza: Roma
Età : 62
Messaggi: 1,415
Potenza reputazione: 331
guiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via AIM a guiott Invia un messaggio via MSN a guiott Invia un messaggio via Yahoo a guiott Send a message via Skype™ to guiott
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da landyandy Visualizza messaggio
...

Sono in perenne ricarica oppure non c'è passaggio di corrente e quindi inutile consumo??

considerando che ne ho tre, potrei anche pensare ad un risparmio energetico.
Dipende da come si sono rovinate. Le batterie al piombo possono "morire" per solfatazione, lo zolfo contenuto nell'elettrolita si deposita sulle pareti di piombo e le isola completamente. Oppure il piombo si sgretola dalle pareti e si deposita sul fondo mettendo in collegamento le piastre. Oppure il piombo perde gradualmente la sua porosità diminuendo enormemente la superficie totale e quindi la capacità.
Il problema più grosso è che possano cominciare a tirare fuori l'acido corrodendo tutto quello che c'è intorno. 10 anni sono veramente tanti.

A me è successo, almeno 3 volte, che la batteria perdesse la sua tensione e quindi l'antifurto cominciasse ad attivarsi da solo... ovviamente sempre di notte, chissà perché

Nell'ultimo caso è successa una cosa fichissima, se non fosse per la solita sveglia notturna. La batteria della sirena autoalimentata ha cominciato a gocciare acido in gel. Le gocce sono cadute per chissà quanto tempo sulla scheda sottostante, esattamente in corrispondenza della saldatura del filo del circuito di antitampering. Ho scoperto che l'acido solforico mangia benissimo lo stagno ma molto meno il rame, per niente la vetronite. Ho trovato un foro perfettamente ripulito dalla saldatura con il filo che toccava e non toccava, facendo scattare l'allarme esattamente nel momento che riuscivo a riaddormentarmi dopo non aver capito perché scattasse. E' bastato rifare la saldatura.
Nel mio caso le batterie al piombo in continua carica dopo che sono rovinate, spesso, hanno buttato acido. Visto che ormai costano veramente poco, il mio consiglio è di non farle arrivare a 10 anni, si rischiano spese molto maggiori.
__________________
Guido
------
www.guiott.com
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 29-08-2016, 19.20.00
L'avatar di landyandy
landyandy landyandy non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 07-02-2010
Residenza: Abruzzo - Teramo
Età : 43
Messaggi: 2,330
Potenza reputazione: 327
landyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito

Grazie ad entrambi!!

Citazione:
Nel mio caso le batterie al piombo in continua carica dopo che sono rovinate, spesso, hanno buttato acido. Visto che ormai costano veramente poco, il mio consiglio è di non farle arrivare a 10 anni, si rischiano spese molto maggiori.
In effetti ho paura ad aprire il contenitore dove sono alloggiate le Batt.
10 anni sono effettivamente tanti!!!

......secondo me ci sarà nato un qualche insetto mutante che si è nutrito di Zolfo, Piombo, Rame, Fosforo e Neon





comunque convengo sul fatto che il sistema di allarme è più preso in considerazione; vuoi anche per una questione di tranquillità e abitudine, ma per l'impianto di luce di emergenza, non mi ricordavo nemmeno di averlo .

comunque tutte ste batterie sono una vera "scocciatura".

ecco perché si dovrebbe arrivare in fretta alla messa in campo di tecnologie di A.I. perfezionate.

Non posso tenere in carica 10 elementi solo perché una volta nella vita mi accade un black-out.
L'IA, dovrebbe mettermi in carica la batteria esattamente un'ora prima che avvenga un qualsiasi tipo di fenomeno avverso.
Questa si che sarebbe efficienza......





Andy
__________________
------------------------------------------------




-----------------------------------------------
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 30-08-2016, 10.21.27
L'avatar di marnic
marnic marnic non è collegato
Administrator
 
Data registrazione: 23-05-2002
Residenza: Monselice (PD)
Età : 56
Messaggi: 5,458
Potenza reputazione: 417
marnic La sua reputazione è oltre la sua famamarnic La sua reputazione è oltre la sua famamarnic La sua reputazione è oltre la sua famamarnic La sua reputazione è oltre la sua famamarnic La sua reputazione è oltre la sua famamarnic La sua reputazione è oltre la sua famamarnic La sua reputazione è oltre la sua famamarnic La sua reputazione è oltre la sua famamarnic La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da landyandy Visualizza messaggio
L'IA, dovrebbe mettermi in carica la batteria esattamente un'ora prima che avvenga un qualsiasi tipo di fenomeno avverso.
Questa si che sarebbe efficienza......
Andy
Ma questo esiste già le nuove batterie tipo quelle dei pc portatili vengono caricate e poi scollegate dal sistema di ricarica, quando va via corrente entrano in funzione e quando torna il sistema le ricarica e si ferma nuovamente. In un anno visti i livelli di autoscarica delle batterie, queste vengono rabboccate forse una o due volte.
__________________
Marnic
Roboitalia Staff
www.fabbrimarco.com
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 30-08-2016, 19.04.23
L'avatar di landyandy
landyandy landyandy non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 07-02-2010
Residenza: Abruzzo - Teramo
Età : 43
Messaggi: 2,330
Potenza reputazione: 327
landyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua famalandyandy La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito

ecco, questa è gia una strategia volta all'ottimizzazione.
Effettivamente parliamo di una fascia di prodotti più "elevata" in termini di progettazione.

Adesso io non sono molto al corrente della tecnologia attuale degli allarmi o apparecchiature di emergenza, però effettivamente vedo sempre ste batterie al piombo dentro gli impianti.

Strategie di ricarica infima e costo della manutenzione proporzionalmente basso, ma come diceva Guido, basta un po di disattenzione e nel momento fatale ZAC......l'apparato non funziona più.

Se poi andiamo a vedere in termini di assorbimenti siamo lì.
Un portatile in idle consuma quanto un neon di una plafoniera di emergenza.

Non mi sono ancora informato, ma sto effettivamente pensando di tentare un auto costruzione di un sistema di luce emergenza appunto "intelligente"....
...diciamo con un QI di almeno 100 .



Arduino ha gia avuto esperienze in merito???
Avete qualche bel progetto sotto mano???




Bye
Andy
__________________
------------------------------------------------




-----------------------------------------------
Rispondi citando
  #7  
Vecchio 01-09-2016, 12.48.31
L'avatar di aldofad
aldofad aldofad non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 22-01-2007
Residenza: Treviso
Età : 41
Messaggi: 935
Potenza reputazione: 81
aldofad Il suo nome è noto a tutti
Invia un messaggio via MSN a aldofad Send a message via Skype™ to aldofad
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da landyandy Visualizza messaggio
La domanda è, ma questo tipo di batterie, quando sono arrivate alla "frutta", come vengono viste dal circuito di ricarica??
In base alla tua diagnosi, vengono viste come generatori di tensione con una maggiorata resistenza in serie. In altre parole misuri sempre sui 13 V con il multimetro ma si riduce la corrente, si sono ridotti sia i C che la quantità di carica. Il tuo circuito di ricarica non dovrebbe accorgersi di nulla se non misura la corrente (ma questo lo fanno solo i migliori caricatori e opzionalmente).
In parallelo, con altre batterie sane, le rovinate si scaldano fino a scottare ma finche' è piombo non vedo un pericolo imminente in se', quello dipende semmai dal sistema/ambiente in cui sono inserite.
Se le batterie sono al piombo non presentano rischi, anche se si gonfiano per solfatazione, all'interno hanno una sacca che resiste anche se butti la batteria dal secondo piano (testato!). Un eventuale contatto diretto con l'acido non è un problema (occhi a parte) dato che non è concentrato, basta sciacquare in fretta (testato!).
Se fossero al litio cambierebbero un bel pò di cose.

Ho detto bene?
salutone

Ultima modifica di aldofad : 01-09-2016 alle ore 14.12.48
Rispondi citando
  #8  
Vecchio 01-09-2016, 13.45.08
L'avatar di guiott
guiott guiott non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 23-04-2004
Residenza: Roma
Età : 62
Messaggi: 1,415
Potenza reputazione: 331
guiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via AIM a guiott Invia un messaggio via MSN a guiott Invia un messaggio via Yahoo a guiott Send a message via Skype™ to guiott
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da aldofad Visualizza messaggio
... Un eventuale contatto diretto con l'acido non è un problema (occhi a parte) dato che non è concentrato, basta sciacquare in fretta (testato!).
Il contatto con gli abiti è fortemente nocivo per questi ultimi (testato!)
Anche il contatto con parti metalliche mette queste a dura prova (testato!)



Citazione:
Orginalmente inviato da aldofad Visualizza messaggio
Se fossero al litio cambierebbero un bel pò di cose.

Ho detto bene?
salutone
Abbiamo fatto una prova extrema in una delle nostre riunioni del Tanzolab. Nel cortile di ACME system ho provato personalmente a sbattere ripetutamente e violentemente a terra una batteria al litio di un power pack molto economico che si era gonfiata di brutto. Non sono riuscito a farla esplodere come più volte ho sentito. Lo avevo già fatto sul terrazzo di casa mia con un'altro pacco con identico risultato.

Ho provato ad infliggere molti colpi violenti prima con un taglierino e poi con un giravite sul pacco senza ottenere nulla.
Quest'ultima prova invece ha provocato una bella fiammata (non esplosione) su un altro pacco che avevo in casa (sempre gonfio) e che credevo ormai scarico da tempo. Fiamma con fumo nero molto intenso per alcune decine di minuti.
__________________
Guido
------
www.guiott.com
Rispondi citando
  #9  
Vecchio 01-09-2016, 14.08.33
L'avatar di aldofad
aldofad aldofad non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 22-01-2007
Residenza: Treviso
Età : 41
Messaggi: 935
Potenza reputazione: 81
aldofad Il suo nome è noto a tutti
Invia un messaggio via MSN a aldofad Send a message via Skype™ to aldofad
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da guiott Visualizza messaggio
Quest'ultima prova invece ha provocato una bella fiammata (non esplosione) su un altro pacco che avevo in casa (sempre gonfio) e che credevo ormai scarico da tempo. Fiamma con fumo nero molto intenso per alcune decine di minuti.
Di fatto ha messo in corto le celle

Metodo scientifico e' procedere con razionalita', pertinente intenderla come razionare (tagliare, fare a pezzi) l'oggetto di studio. Purtroppo questa e' proprio la scienza della vivisezione, tra le cose di cui si occupa, tanto per fare un esempio. Sono favorevole a fare pezzi e disintegrare a scopo di studio solo ed esclusivamente qualunque cosa sia inanimata. L'analisi integrativa nel sistema/ambiente si puo' fare anche dopo averne incollato i pezzi

Salutone

Ultima modifica di aldofad : 01-09-2016 alle ore 14.11.07
Rispondi citando
  #10  
Vecchio 01-09-2016, 14.23.56
L'avatar di guiott
guiott guiott non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 23-04-2004
Residenza: Roma
Età : 62
Messaggi: 1,415
Potenza reputazione: 331
guiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via AIM a guiott Invia un messaggio via MSN a guiott Invia un messaggio via Yahoo a guiott Send a message via Skype™ to guiott
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da aldofad Visualizza messaggio
Di fatto ha messo in corto le celle
Ma non è stato il corto a scatenare il fuoco, le parti metalliche dell'arnese toccando sui contatti hanno generato una scintilla durante il taglio che ha incendiato il litio della batteria ormai aperta.

Citazione:
Orginalmente inviato da aldofad Visualizza messaggio
Metodo scientifico e' procedere con razionalita', pertinente intenderla come razionare (tagliare, fare a pezzi) l'oggetto di studio. ...
La mia intenzione era quella di provare di persona i metodi che normalmente vengono indicati come molto pericolosi dalla letteratura corrente, appunto gli urti e le incisioni con corpi appuntiti e/o metallici.
Sugli urti ho la totalità degli eventi negativi, sulle incisioni con oggetti metallici ho il 50% di probabilità.
Certo che... il campione statistico è molto limitato

Tanto per capire
__________________
Guido
------
www.guiott.com
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione
Modalità  visualizzazioe

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code è Attivato
Le smilies sono Attivato
[IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
[ot] Batterie UPS blueice80 Batterie e alimentazione 5 17-02-2015 20.25.36
Batterie jeeg Batterie e alimentazione 5 05-04-2011 19.39.13
Batterie nonno_62 Batterie e alimentazione 1 28-03-2006 14.13.40
Batterie Aldo_Bot Batterie e alimentazione 5 21-01-2006 00.21.46
help batterie ! Asimo Batterie e alimentazione 31 04-03-2003 18.34.00


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le: 17.48.59.


Basato su: vBulletin Versione 3.8.8
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Realizzazione siti web Cobaltica Foligno
spacer.png, 0 kB