spacer.png, 0 kB

Torna indietro   Roboitalia.com - Il primo portale in Italia sulla robotica amatoriale > Robotica di base > Elettronica

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità  visualizzazioe
  #1  
Vecchio 27-11-2009, 18.25.55
DarioBocc DarioBocc non è collegato
Nuovo robottaro
 
Data registrazione: 13-06-2007
Residenza: Giffoni Valle Piana (SA)
Età : 28
Messaggi: 2
Potenza reputazione: 0
DarioBocc E' per ora ancora un mistero
Predefinito Effetto giorno/notte per presepio

Salve;
Avvicinandosi natale, mi sarebbe piaciuto inserire nel mio presepio un circuito che creasse l'effetto giorno/notte. Cercando in rete ho trovato diversi circuiti adatti allo scopo, e ho scelto questo: http://demisoft.altervista.org/content-1.html
Il mio problema è che cambia troppo velocemente. Sostituendo la resistenza R2 con una resistenza variabile di 1 Mohm posso far variare il tempo da pochi secondi a circa 5 minuti?
Se volessi utilizzare una lampadina con una potenza superiore a 3W, basterebbe sostituire T4 con un qualsiasi altro transistor NPN (come un MJE340) senza sostituire nessun altro componente?
Grazie a tutti, scusate per il disturbo.
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 28-11-2009, 16.42.55
Goerz_Aviosper Goerz_Aviosper non è collegato
Nuovo robottaro
 
Data registrazione: 17-10-2009
Residenza: Caravaggio
Messaggi: 11
Potenza reputazione: 0
Goerz_Aviosper E' per ora ancora un mistero
Predefinito Alba - Tramonto

Ciao, il circuito che hai scelto è senz'altro un po' datato, forse proviene da qualche rivista americana degli anni '70 è però utile per fare esercizio con l'elettronica analogica.
La tua idea di mettere un MJ340, è valida, in particolare perché tale transistor è ditato di un contenitore TO126 che può essere montato facilmente su di una aletta di raffreddamento, in sostanza si adatta meglio da questo punto di vita. Che il tutto funzioni ben... bisogna provare oppure fare un po' di conti... Prova è meglio vedi che succede.
Per allungare i tempi, puoi anche aumentare le due capacità elettrolitiche poste sui BC108.
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 30-11-2009, 17.26.27
Arkham00 Arkham00 non è collegato
Robottaro master
 
Data registrazione: 20-07-2007
Residenza: Reggio Emilia
Messaggi: 226
Potenza reputazione: 275
Arkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito

... e usare invece un piccolo PIC con una uscita PWM ed un mosfet per comandare le lampadine? In questo modo sarebbe molto semplice fare anche tempi lunghissimi o curve non lineari per accentuare effetti tipo alba, tramonto etc etc
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 30-11-2009, 20.59.38
Goerz_Aviosper Goerz_Aviosper non è collegato
Nuovo robottaro
 
Data registrazione: 17-10-2009
Residenza: Caravaggio
Messaggi: 11
Potenza reputazione: 0
Goerz_Aviosper E' per ora ancora un mistero
Predefinito PIC demenziale

Cari miei ma perchè diavolo continuare con voler disimparare l'elettronica?
Lo sappiamo tutti che con un pic basta saper schiacciare quatto pulsanti su di una tastiera e si fanno solo quelle poche cose.
E poi per il pic serve il PC il progammatore, il compilatore, serve saper progammare, fare il debuging. Quanta fatica per non veder succedere quasi nulla nulla. Io ero un progammatore di SAB515 e 80535, li ho piantati lì perché sono NOIOSI sempre la solita solfa!
L'elettronica analogica è difficile, ma è una sfida che è entusiasmante combattere. L'analogica è veloce, istantanea e con l'uso dei dispositivi analogici programmabili si fanno di quei sistemi impressionanti, è quasi come lavorare con i neuroni ed è molto più semplice. I servi dei robot si muovono com movimenti dolci e fluidi come i muscoli degli esseri vivneti, altro che il PWM che provoca riscaldamento nei motori e movimenti a scatti senza contare poi i disturbi nei sistemi di misura.
Non prendetevela, sono un deluso dal digitale, è un sistema vecchio ingombrante e pachidermico.
Appena torno dagli USA vi do uno schema per albe e tramonti con NE555 e SG3524 che suo per le esercitazioni di elettronica (quella vera) per i ragazzi delle medie, anche questo usa i MOSFET.
Ciao a tutti.
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 30-11-2009, 23.11.32
Arkham00 Arkham00 non è collegato
Robottaro master
 
Data registrazione: 20-07-2007
Residenza: Reggio Emilia
Messaggi: 226
Potenza reputazione: 275
Arkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua famaArkham00 La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito

Ma sì, ma sì ...
la sappiamo tutti la storia che sulla luna ci sono andati con i computer analogici ...
ma sono anche passati 40 anni da allora !
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 30-11-2009, 23.26.18
gyppe gyppe non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 24-03-2009
Residenza: sardegna
Età : 41
Messaggi: 1,250
Potenza reputazione: 102
gyppe La sua reputazione è oltre la sua famagyppe La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito

Se c'è una cosa che odio è sentire denigrare il digitale in favore dell'analogico sopratutto da persone che si reputano esperte. Vorrei proprio sapere che differenza passa tra il controllo di luminosità di una lampada fatta in analogico e una con un pwm, anche solo con 256 livelli sfido anche l'uomo bionico a vederne la differenza ad occhio(usando l'occhio bionico nè!).

Perchè è più difficile? Mazza, come la storia degli sfegatati di linux che dicono che è meglio fedora di ubuntu perchè su ubuntu funziona tutto troppo bene, è troppo facile. Ma che razza di discorso è? Anche io sono a favore di linux, batto e ribatto perchè tutti in futuro lo usino, ma preferisco ubuntu a win perchè è più semplice da usare e perchè è un milione di volte più evoluta, leggera e con più funzionalità, altrimenti sarei un masochista.
O come quello che dice che è meglio il wire wrap agli stampati perchè hanno più "fascino".

L'elettronica digitale E' più difficile, non basta un 555 e uno schemino trovato in internet, ma ti costringe a studiare il funzionamento profondo dei sistemi a microprocessore, ti costringe a studiare l'elettronica tutta analogica e digitale, e ti costringe a imparare anche l'informatica che oltre ad essere immensa comprende anche tanta matematica avanzata, logica, e parecchia fisica.
Rispondi citando
  #7  
Vecchio 01-12-2009, 07.42.12
L'avatar di guiott
guiott guiott non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 23-04-2004
Residenza: Roma
Età : 65
Messaggi: 1,418
Potenza reputazione: 340
guiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via AIM a guiott Invia un messaggio via MSN a guiott Invia un messaggio via Yahoo a guiott Send a message via Skype™ to guiott
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da Goerz_Aviosper Visualizza messaggio
Non prendetevela, sono un deluso dal digitale, è un sistema vecchio ingombrante e pachidermico.
Hai ragione!!
Infatti tutto il mondo sta andando verso l'analogico. La musica si registra scavando solchi sul vinile. I film si riprendono su pellicola. Le macchine fotografiche usano solo alogenuro d'argento. Le radio sono piene di bobine e condensatori e non usano più la sintesi diretta o le SDR, la sintonia si fa solo con le cordicelle arrotolate attorno al condensatore variabile in aria. I computer sono tutti fatti con gli operazionali. La sicurezza delle automobili è affidata a circuiti RC o, al massimo RLC. Gli ascensori sono pilotati solo con circuiti a relè. Gli amplificatori dei piccoli dispositivi portatili a batteria non sono in classe D ma in classe A, così consumano il massimo della potenza anche con il volume a zero, a tutto vantaggio della Duracell. La trasmissione si fa modulando in ampiezza un segnale radio generato da un oscillatore Colpitt. Magari modulando l'anodica della valvola finale con un bel trasformatore. La regolazione della luminosità si ottiene con i reostati, così come la regolazione della velocità di treni e metropolitane. Il segnale televisivo è modulato in ampiezza e frequenza.

Citazione:
Orginalmente inviato da Goerz_Aviosper Visualizza messaggio
I servi dei robot si muovono com movimenti dolci e fluidi come i muscoli degli esseri vivneti, altro che il PWM che provoca riscaldamento nei motori e movimenti a scatti senza contare poi i disturbi nei sistemi di misura.
Su questo poi... potremmo aprire un altro thread fiume.
__________________
Guido
------
www.guiott.com
Rispondi citando
  #8  
Vecchio 02-12-2009, 20.38.31
Goerz_Aviosper Goerz_Aviosper non è collegato
Nuovo robottaro
 
Data registrazione: 17-10-2009
Residenza: Caravaggio
Messaggi: 11
Potenza reputazione: 0
Goerz_Aviosper E' per ora ancora un mistero
Predefinito


Mi spiace che non abbiate capito il senso di quella che voleva essere una semplice provocazione. Lo ho fatto perché spesso nel forum leggo informazioni e spiegazioni che, scusate, sono abbastanza inverosimili. Forse la ragione è che non tutti conoscono davvero l’elettronica e NON sto parlando di informatica.
Ma per la miseria, vi rendete conto che non si può rispondere ad un ragazzo di 16 anni, usa un PIC e un MOSFET, quando questo ti chiede se può sostituire un 2N2219 con un MJE340, ma che risposta è? lui ti mostra un circuito bistabile fatto con dei BC108 e chiede se secondo voi si può fare la modifica che vorrebbe. E invece voi? Ma che bel modo di incasinagli le idee. Magari a lui del PIC non gliene frega nulla o magari i PIC se li mangia a merenda, ma vuole sperimentare altre soluzioni! Cercate di restare in tema!

Rispondo poi ai soliti modernisti che dicono che tutto ciò che ha qualche anno è da buttare, solo le cose nuove vanno veramente bene!
Sì è vero l’elettronica digitale sta diventando sempre più ad alta risoluzione e alla fine diventerà obbligatoriamente analogica, ahi voi. La ragione di tutto ciò? Precisione e soprattutto VELOCITÀ di esecuzione!
Ma… prendiamo le macchine fotografiche, mano a mano passa il tempo la risoluzione cresce e cresce; quando saremo a 100Mpixel avremo una cosa simile alla vecchia pellicola, allora saremo tutti disperati perché zumando in digitale, l’immagine non si sgrana più, bisogna insistere con lo zoom. Dai insisti, insisti forza dai ancora che prima o poi ce la farai a vedere i quadratini!
Quando nel 1976 sono andati su Marte con una sonda a scattare qualche foto digitale della superficie, con meraviglia si sono accorti che qualcuno dal pianeta si divertiva a farci le facce ! Se andavano con una vecchia polaroid, forse quei due poveretti di Di Pietro e Molenar, non facevano tanta fatica per nulla!
Capito il senso della mia provocazione? Spero di sì… comunque TUTTO EVOLVE e INVOLVE!
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione
Modalità  visualizzazioe

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code è Attivato
Le smilies sono Attivato
[IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Quale giorno per le riunioni? poldo Forum generale 4 30-06-2002 19.57.51


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le: 12.05.35.


Basato su: vBulletin Versione 3.8.8
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Realizzazione siti web Cobaltica Foligno
spacer.png, 0 kB