spacer.png, 0 kB

Torna indietro   Roboitalia.com - Il primo portale in Italia sulla robotica amatoriale > Robotica Avanzata > Batterie e alimentazione

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità  visualizzazioe
  #1  
Vecchio 26-02-2014, 06.26.43
L'avatar di aldofad
aldofad aldofad non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 22-01-2007
Residenza: Treviso
Età : 42
Messaggi: 936
Potenza reputazione: 85
aldofad Il suo nome è noto a tutti
Invia un messaggio via MSN a aldofad Send a message via Skype™ to aldofad
Predefinito Autocostruzione caricabatterie LiPo 24 celle a impostazioni fisse

Ciao a tutti,
sto costruendo un grosso caricabatterie per LiPo da 24 Celle, ossia sarà in grado di caricare simultaneamente tutte le celle di 4 pacchi da 6 celle come questo mantenendo i pacchi in serie tra loro. Non sarà necessario quindi rompere la serie e riposizionare i pacchi in parallelo per la ricarica come spesso viene suggerito per vari motivi.
La carica di ogni cella sarà gestita ognuna da un proprio MCP73831/2.
La carica simultanea di tutte le celle è resa possibile dal fatto che l'alimentazione di ogni MCP73831/2 viene fornita in modo dedicato da un proprio alimentatore isolato con primario su rete elettrica. In tal modo nessuna delle 24 masse sul circuito di carica finale risulterà essere in comune.

Per l'utente, i vantaggi finali di come ho impostato questo progetto sono:
- Carica simultanea di tutte le celle (no Round Robin tra le celle) senza rompere eventuali serie tra i pacchi
- L'utente dovrà solo collegare il connettore EH delle celle del pacco al caricabatterie senza preoccuparsi di selezionare alcuna opzione relativa alla carica, ci penserà ciascun MCP73831/2 alla propria cella. In pratica il caricabatterie avra solo un pulsante di ON/OFF. Nessuna istruzione da leggere.
- Poichè ogni MCP73831/2 ha il proprio led relativo alla propria cella, automaticamente si ha sempre sotto controllo lo stato di salute/carica di ogni singola cella.
- massima velocità di ricarica (e non sto parlando di fare uno stressante fast charge) dovuta alla simultaneità e al tempo stesso massima sicurezza grazie alla gestione dei MCP73831/2

Per me (progettista e realizzatore..) i vantaggi sono:
- circuito semplicissimo, solo il necessario per far funzionare il MCP73831/2. Non serve nemmeno un regolatore di tensione lineare sul circuito dato che la tensione arriva direttamente da ogni singolo alimentatore.
- basso costo

Gli svantaggi sono:
- grandi dimensioni del caricabatterie, da valigetta per capirci. E' dovuto al fatto che i trasformatori da me scelti costano solo 2 euro l'uno ma occupano spazio. Per fare qualcosa di più compatto gli alimentatori mi sarebbero costati 20 euro l'uno.
- il caricabatterie sarà alimentabile solo da rete elettrica. Per alimentarlo da automobile bisogna dotarsi di un potente inverter dato che il sistema può assorbire 0.5A x 24 Celle = 12A solo di corrente continua.

Ho finito tutte le sperimentazioni su breadboard e sto per passare alla realizzazione del primo prototipo.

Come sempre sono benvenute tutte le vostre critiche...

Ciao!
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 26-02-2014, 06.45.40
L'avatar di astrobeed
astrobeed astrobeed non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 18-03-2004
Residenza: Roma
Età : 60
Messaggi: 3,377
Potenza reputazione: 350
astrobeed La sua reputazione è oltre la sua famaastrobeed La sua reputazione è oltre la sua famaastrobeed La sua reputazione è oltre la sua famaastrobeed La sua reputazione è oltre la sua famaastrobeed La sua reputazione è oltre la sua famaastrobeed La sua reputazione è oltre la sua famaastrobeed La sua reputazione è oltre la sua famaastrobeed La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da aldofad Visualizza messaggio
Come sempre sono benvenute tutte le vostre critiche...
Per come la vedo io l'ha fatta molto più complicata del necessario, io avrei usato 4 pacchi 6S e un caricatore multiplo a 4 slot, per la ricarica basta prevedere tre morsetti estraibili, p.e. un connettore deans messo in corto, per isolare i pacchi ed il gioco è fatto con costi nettamente minori, il caricatore è di dimensioni contenute, meno costoso, inoltre hai pure l'analisi dello stato di salute della batteria su i display.
Non ultimo il vantaggio di poter disporre della funzione storage, importantissima quando non devi usare la batteria per diversi giorni, non credo che vuoi ritrovarti con i pacchi trasformati in palloncini in tempi brevi
__________________
Bye
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 26-02-2014, 07.42.00
L'avatar di aldofad
aldofad aldofad non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 22-01-2007
Residenza: Treviso
Età : 42
Messaggi: 936
Potenza reputazione: 85
aldofad Il suo nome è noto a tutti
Invia un messaggio via MSN a aldofad Send a message via Skype™ to aldofad
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da astrobeed Visualizza messaggio
Per come la vedo io l'ha fatta molto più complicata del necessario, io avrei usato 4 pacchi 6S e un caricatore multiplo a 4 slot, per la ricarica basta prevedere tre morsetti estraibili, p.e. un connettore deans messo in corto, per isolare i pacchi ed il gioco è fatto con costi nettamente minori, il caricatore è di dimensioni contenute, meno costoso, inoltre hai pure l'analisi dello stato di salute della batteria su i display.
Non ultimo il vantaggio di poter disporre della funzione storage, importantissima quando non devi usare la batteria per diversi giorni, non credo che vuoi ritrovarti con i pacchi trasformati in palloncini in tempi brevi
Anzitutto grazie. Si, io avevo pensato a qualcosa come un AC/DC QUAD 4 Port LiPo Balancing Battery Charger, 7Amps 320Watts, Like HRC44167 già bello pronto. Purtroppo però i miei utenti finali si spaventerebbero a vedere un dispositivo così complicato dotato addirittura di un display e con delle scelte da immettere che richiedono qualche attimo di concentrazione. Non sto scherzando, credo che sia più facile venderglielo come un tortino alle mele e farglielo mangiare... Avevo perciò inizialmente pensato di adottare il sistema BID Chip che fa riconoscere al caricabatterie tutte le opzioni.
Visti i miei particolari "requisiti" sono ancora dell'idea dell'autocostuzione. Alla fine l'utente ha solo un tasto On/Off da premere, collegare i bilanciatori e vedere le lampadine che si accendono. Inoltre ho ancora il vantaggio che, qualora abbia necessità di aggiungere ancora un pacco alla serie, posso estendere il circuito a piacere.

Per quanto riguarda la funzione storage, sono al corrente che le LiPo non dovrebbero essere conservate alla loro tensione massima nominale (il più delle volte 4.2V). Sicuramente però ai miei utenti non posso complicare troppo la vita con la funzione storage. Darò solo indicazione di fare una carica completa il giorno prima dell'uso. Non mi sento di considerare altro per questo aspetto al momento, vedrò in corsa se ci saranno problemi in tal senso...
Certamente avranno un brivido di gioia quando li istruirò sui rischi delle LiPo ... ecco, sotto quell'aspetto sono fortunato...

Colgo l'occasione per fare una riflessione generale che esula da tutto, anche da questo thread. E' giustissimo che quando facciamo progettini per conto nostro per divertirci andiamo in cerca delle ultime tecniche sperimentali, complesse e su cui possiamo avere mille dubbi circa la fattibilità. Quando però sviluppiamo per conto terzi in prima battuta è meglio fare le cose più semplici possibile e nel modo in cui noi progettisti ci sentiamo più sicuri. L'obiettivo è arrivare intanto alla prima produzione, anche se limitata e non con troppo margine di guadagno. In tutto questo a me aiuta moltissimo pensare che quello che sviluppo sarà adoperato non da un tecnico esperto ma da un gorilla dominante...
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 14-03-2014, 16.32.37
L'avatar di aldofad
aldofad aldofad non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 22-01-2007
Residenza: Treviso
Età : 42
Messaggi: 936
Potenza reputazione: 85
aldofad Il suo nome è noto a tutti
Invia un messaggio via MSN a aldofad Send a message via Skype™ to aldofad
Predefinito

Ecco fatto, mi sono costruito un caricabatterie al litio in grado di caricare simultaneamente 12 celle. E' davvero una carica simultanea, non è un round robin tra celle. Basta attaccare il caricabatterie alla rete e collegare i pacchi litio. Nessun tasto da premere. Nessuna opzione da selezionare. Ogni cella ha un proprio led che mostra se è in carica(acceso) o se è terminata(spento).

Ogni cella è controllata da un MCP73831/2 alimentato indipendentemente da un proprio trasformatore AC/DC. Nessuna massa in comune.
In questa vista interna si possono vedere i trasformatori

Sono i trasformatori dei caricabatterie Nokia, si trovano su Ebay a un euro e sessanta.
Questa è la pcb di ogni batteria che al massimo può avere 6 celle.

Le finiture di questo caricabatterie sono di tipo hobbistico, assolutamente non professionale.
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 14-03-2014, 18.57.15
L'avatar di Caronte
Caronte Caronte non è collegato
Administrator
 
Data registrazione: 15-10-2009
Residenza: Ferrara
Età : 49
Messaggi: 2,962
Potenza reputazione: 331
Caronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua famaCaronte La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito

Aldo..... mi fai venire in mente la pubblicità di un orologio.... NO LIMITS!

Complimenti. Instancabile. Qualità che apprezzo molto

Ciao

Antonio
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 14-03-2014, 19.12.16
L'avatar di aldofad
aldofad aldofad non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 22-01-2007
Residenza: Treviso
Età : 42
Messaggi: 936
Potenza reputazione: 85
aldofad Il suo nome è noto a tutti
Invia un messaggio via MSN a aldofad Send a message via Skype™ to aldofad
Predefinito

apprezzo
Rispondi citando
  #7  
Vecchio 08-05-2014, 19.41.14
Frengo75 Frengo75 non è collegato
Nuovo robottaro
 
Data registrazione: 10-02-2008
Residenza: Vicenza
Messaggi: 29
Potenza reputazione: 0
Frengo75 E' sulla buona strada
Predefinito

Scusa Aldo... ma allora ti sei collegato con il caricabatterie al connettore di bilanciamento mentre i cavi di potenza sono solo connessi al carico, giusto?
Rispondi citando
  #8  
Vecchio 08-05-2014, 20.18.48
L'avatar di aldofad
aldofad aldofad non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 22-01-2007
Residenza: Treviso
Età : 42
Messaggi: 936
Potenza reputazione: 85
aldofad Il suo nome è noto a tutti
Invia un messaggio via MSN a aldofad Send a message via Skype™ to aldofad
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da Frengo75 Visualizza messaggio
Scusa Aldo... ma allora ti sei collegato con il caricabatterie al connettore di bilanciamento mentre i cavi di potenza sono solo connessi al carico, giusto?
Si. Esatto.
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione
Modalità  visualizzazioe

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code è Attivato
Le smilies sono Attivato
[IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Caricabatterie con più uscite draghetto84 Elettronica 0 05-12-2010 09.51.37
Caricabatterie Bot_02 e.ferriani Elettronica 2 29-08-2009 12.24.08
celle nimh sub D da 9 ampere reperibilità ribellion Elettronica 7 03-06-2009 19.59.02
impostazioni 16f876A volo86 Informatica 13 09-02-2006 15.45.25
Autocostruzione..... Dury Elettronica 2 21-03-2003 12.28.00


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le: 17.55.07.


Basato su: vBulletin Versione 3.8.8
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Realizzazione siti web Cobaltica Foligno
spacer.png, 0 kB