spacer.png, 0 kB

Torna indietro   Roboitalia.com - Il primo portale in Italia sulla robotica amatoriale > Robotica Avanzata > Sensori

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità  visualizzazioe
  #1  
Vecchio 20-11-2010, 15.00.01
ciotorob ciotorob non è collegato
Robottaro senior
 
Data registrazione: 20-11-2010
Residenza: Bari
Età : 40
Messaggi: 32
Potenza reputazione: 47
ciotorob E' per ora ancora un mistero
Predefinito sensori infrarosso

Salve a tutti.
Vi chiedo una mano per una questione di identificazione abbastanza particolare.
Devo installare su un ciclomotore un sistema per verificare l'uso del casco da parte del guidatore.
C'e' un microcontrollore a bordo, e ho pensato di utilizzare 2 sensori a infrarosso, emettitore e ricevitore: l'emettitore sul casco e il ricevitore a bordo.
L'emettitore e' montato in modo che, in posizione "di guida normale" questo sia puntato verso il ricevitore (installato sulla plancia/cruscotto). Non mi interessa una identificazione precisissima e costante, mi basta "qualche identificazione" nel giro di tot minuti.

Mi sono procurato questi sensori:

http://www.robot-italy.com/product_i...oducts_id=1395

ma il problema e' che oltre i 10 cm di distanza, il segnale si azzera o quasi, e l'interferenza della luce ambientale e' notevole. Li ho pilotati come indicato qui: http://www.reconnsworld.com/ir_ultra...etectemit.html
Pertanto vi chiedo:

- è possibile pilotarli in modo differente per aumentarne la portata?
- altrimenti, esiste un'altra coppia di sensori, magari a portata maggiore (circa un metro)?
- mi suggerireste un'altra tecnologia utile (ultrasuoni?) per un'identificazione direzionale di questo tipo?

Mi rendo conto che il problema e' particolare e potrei non essermi spiegato bene, nel caso ditemelo e cerchero' di spiegare meglio il tutto...

Ultima modifica di ciotorob : 22-11-2010 alle ore 17.49.13 Motivo: cambiamento di argomento topic
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 20-11-2010, 15.27.38
Ziko Ziko non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 02-04-2005
Residenza: Firenze
Età : 34
Messaggi: 587
Potenza reputazione: 97
Ziko E' una stupenda persona in cui credere
Predefinito

Ciao, il problema dei sensori ad infrarossi è che utilizzano una sorgente luminosa (anche se non visibile all'occhio umano) quindi fino a che li usi in ambienti chiusi riesci a rimanere nelle caratteristiche indicate, all'esterno la situazione si complica. L'unica cosa che mi viene in mente anche se piuttosto laboriosa è un piccolissimo sistema RF che manda un impulso a distanza di qualche decina di secondi quando il casco è messo.

Ovviamente io te l'ho buttata la non ho idea se la soluzione sia realmente percorribile. Mi viene in mente questa tra le altre cose perché ci sto lavorando. I sensori ad ultrasuoni potrebbero andare bene ma per quando ne so io sono molto poco integrabili...
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 20-11-2010, 15.31.40
ciotorob ciotorob non è collegato
Robottaro senior
 
Data registrazione: 20-11-2010
Residenza: Bari
Età : 40
Messaggi: 32
Potenza reputazione: 47
ciotorob E' per ora ancora un mistero
Predefinito

a me basterebbe ottenere cio' che accade con un telecomando di una TV, dove ho vari metri di portata... anche se magari li' ci sono appositi circuiti per il filtraggio della luce ambientale, forse...

la radio frequenza andrebbe bene, ma mi assicurerebbe che il casco e' vicino al ricevitore, e non indossato, mentre con l'infrarosso, posso montare i due sensori in modo che si vedano solo quando il casco e' indossato...
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 20-11-2010, 17.04.03
Ziko Ziko non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 02-04-2005
Residenza: Firenze
Età : 34
Messaggi: 587
Potenza reputazione: 97
Ziko E' una stupenda persona in cui credere
Predefinito

Ah scusa, credevo ci fosse qualcosa nel casco che vede una testa e comincia a mandare impulsi. Non ci pensavo che il tuo sistema funziona solo quando è indossato. Potresti magari vedere nella letteratura se trovi qualcosa per il pilotaggio di sensori. Si trova un sacco di libri... ovviamente solo in inglese.
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 20-11-2010, 17.17.08
ciotorob ciotorob non è collegato
Robottaro senior
 
Data registrazione: 20-11-2010
Residenza: Bari
Età : 40
Messaggi: 32
Potenza reputazione: 47
ciotorob E' per ora ancora un mistero
Predefinito

l'idea dei sensori infrarossi era proprio che mi fanno contemporaneamente da sensore e da trasmissione, se funzionano cosi' come desidererei.
Altrimenti dovrei pensare a un sensore per localizzare il cranio nel casco, e poi magari degli xbee per trasmetterne l'uscita all'arduino a bordo, ed era il progetto originario, ma anche qui con il prof (e' una tesi di laurea) eravamo in dubbio su quale tipo di sensoristica utilizzare per rilevare il cranio.
Lui mi ha proposto una coppia di sensori infrared da guancia a guancia sul casco, che vanno in ombra quando il casco e' inserito, e poi l'xbee per trasmettere a bordo del motore il valore. Solo che cosi' il conducente potrebbe mettere in ombra artificialmente i due sensori anche solo con una sciarpa o del nastro isolante.
Percio' mi era venuta l'idea che, se possibile, mettere trasmettitore sul casco e ricevitore a bordo, da un lato mi permette un sistema meno aggirabile (il conducente per viaggiare senza casco dovrebbe appiccicarsi in fronte un emettitore infrarossi...), e dall'altro mi evita la trasmissione dei dati raccolti, in quanto il ricevitore e' a bordo, cablato al micro (arduino).
Spero di essere riuscito a spiegare meglio.
Se avete idee anche di altre tecnologie utilizzabili fatevi sotto!
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 20-11-2010, 19.21.04
gyppe gyppe non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 24-03-2009
Residenza: sardegna
Età : 42
Messaggi: 1,250
Potenza reputazione: 106
gyppe La sua reputazione è oltre la sua famagyppe La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito

Gli infrarossi all'esterno è molto difficile usarli, se poi è un progetto automotive e che riguarda la sicurezza non ce lo vedo proprio. Io userei gli ultrasuoni, ma poi nascono i problemi che dicevi tu riguardo la facilità di aggirare la limitazione.

Per come la vedo io, se uno si vuole uccidere che lo faccia pure, forse piuttosto che studiare sistemi del genere che presumono che chi lo usa sia un deficiente senza possibilità di ritorno, penserei ad un modo per insegnare le persone a vivere come esseri umani normali...
Comunque credo che l'unica sia usare un pir all'interno del casco, in questo modo per aggirarlo dovrebbero metterci dentro una borsa d'acqua calda o una candela accesa, molto meno semplice da fare. Anzi, studiando un po il sensore forse potrebbe bastare semplicemente un sensore di temperatura a scelta, il problema è che dovrebbe avere un'inerzia termica molto bassa, e pensandoci ancora meglio, rimangono comunque diversi problemi d'estate con entrambi i sistemi. Per essere proprio a prova di manomissione o quasi, un sensore di anidride carbonica vicino alla visiera se è un casco chiuso.
__________________
Visita: Cheap-hack

Ultima modifica di gyppe : 20-11-2010 alle ore 19.24.11
Rispondi citando
  #7  
Vecchio 20-11-2010, 21.10.22
Ziko Ziko non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 02-04-2005
Residenza: Firenze
Età : 34
Messaggi: 587
Potenza reputazione: 97
Ziko E' una stupenda persona in cui credere
Predefinito

Hai pensato a questo punto di mettere dei piccoli diodi laser (sulla soglia del visibile) e dei fotoresistori tarati opportunamente per reagire solo ad un laser? Rimarrebbe il fatto che uno per forza deve averlo in testa e il laser manda gli impulsi in base alle scosse che per forsa di cose ci sono quando vai in motorino. Magari prevedi una bella matrice di fotoresistenze metti più di un puntatore etc etc. La vedo difficile aggirare una cosa del genere.
Rispondi citando
  #8  
Vecchio 20-11-2010, 23.38.16
ciotorob ciotorob non è collegato
Robottaro senior
 
Data registrazione: 20-11-2010
Residenza: Bari
Età : 40
Messaggi: 32
Potenza reputazione: 47
ciotorob E' per ora ancora un mistero
Predefinito

Grazie davvero del vostro aiuto!
Per la cronaca, sono uno studente di ingegneria informatica ma purtroppo questa tesi e' piu' elettronica che informatica, quindi non mi sento molto a mio agio e sono pieno di dubbi.
Venendo a noi:

- mi dici che usare gli infraressi all'esterno e' complicato, ma i telecomandi delle tv funzionano anche sotto il sole!
- cos'e' un PIR?
- Il casco non e' integrale purtroppo quindi niente sensore di anidride carbonica (mi era gia' stato suggerito altrove)

- i diodi laser non li ho mai considerati ne' li conoscevo. Le fotoresistenze sono le stesse che si usano come ricevitore dei sensori infrarossi?
Credi sia possibile installarne uno su un casco, come dimensioni e alimentazione (ce la farebbero le batterie almeno per una giornata?)?
Ho letto un po' in rete e pare che bisogna stare molto attenti con i diodi laser!

Grazie a tutti per l'aiuto, vi prego, nun me lassate! :-)

Ultima modifica di ciotorob : 20-11-2010 alle ore 23.51.06
Rispondi citando
  #9  
Vecchio 21-11-2010, 01.18.33
L'avatar di guiott
guiott guiott non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 23-04-2004
Residenza: Roma
Età : 66
Messaggi: 1,418
Potenza reputazione: 345
guiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via AIM a guiott Invia un messaggio via MSN a guiott Invia un messaggio via Yahoo a guiott Send a message via Skype™ to guiott
Predefinito

Citazione:
Orginalmente inviato da ciotorob Visualizza messaggio
...
- mi dici che usare gli infraressi all'esterno e' complicato, ma i telecomandi delle tv funzionano anche sotto il sole!
Non proprio. I telecomandi funzionano modulando il led, quindi la portante IR, con un segnale tra i 36 e i 41 KHz (secondo il tipo di telecomando). Il ricevitore è già predisposto per filtrare tutto quello che non corrisponde con quella esatta portante, si trovano molto facilmente dei componenti integrati completi di filtro ad una precisa frequenza, controllo automatico di guadagno e trigger di Schmit. Prova a cercare "tsop ir receiver" su Google. In questo modo riescono ad essere abbastanza immuni agli infrarossi che ci sono nell'ambiente: termosifoni, lampade ad incandescenza o altro. Se però gli infrarossi sono molto forti (luce del sole) questi possono saturare il sensore con un segnale molto più forte di quello utile, cioè abbagliandolo, rendendolo cieco al tuo segnale.


Citazione:
Orginalmente inviato da ciotorob Visualizza messaggio
- cos'e' un PIR?...
Passive Infrared Sensor. Quelli usati per gli antifurto o gli apriporta automatici. Misurano la variazione di temperatura ambiente dovuta al passaggio di un corpo umano. Misurano solo la variazione, se il corpo è perfettamente fermo non rivelano niente.
__________________
Guido
------
www.guiott.com
Rispondi citando
  #10  
Vecchio 21-11-2010, 13.14.10
ciotorob ciotorob non è collegato
Robottaro senior
 
Data registrazione: 20-11-2010
Residenza: Bari
Età : 40
Messaggi: 32
Potenza reputazione: 47
ciotorob E' per ora ancora un mistero
Predefinito

Grazie mille delle info Guido, si' avevo letto anche io che in molti schemi che usano gli IR si fa una modulazione del segnale. Mi documento sul componente che mi hai citato e vediamo cosa trovo.

Ho letto un po' sui PIR ed effettivamente sembra che siano sensori differenziali, sarebbe meglio si' un semplice termometro ma anche in quel caso non me la vedo molto affidabile come cosa, perché basterebbe portare il casco appeso al braccio per far si che ci batta il sole sul sensore e la temperatura rilevata sarebbe elevata e magari comparabile ai 37 gradi. Mentre magari d'inverno pieno, puo' essere che anche a contatto con la testa la temperatura sia bassa.
Infine non volevamo mettere mano nella calotta del casco, per ovvi motivi di sicurezza.

Vi domando inoltre: le fotocellule per cancelli elettrici, fuzionano a infrarossi immagino. Il principio e' lo stesso di quello usato per i telecomandi TV?

Grazie mille a tutti di cuore.
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione
Modalità  visualizzazioe

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code è Attivato
Le smilies sono Attivato
[IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Dimensionare R per un led infrarosso.. dorian.gray88 Elettronica 9 16-10-2009 16.47.35
Sensori infrarosso Boston Sensori 7 25-08-2009 10.51.18
sensori infrarosso darkmagister Minisumo 1 28-02-2008 11.09.33
Infrarosso sharp.... aleda5859 Elettronica 5 16-12-2003 15.54.11
Led infrarosso (ricevitore) tail Elettronica 11 05-09-2003 19.11.08


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le: 12.31.01.


Basato su: vBulletin Versione 3.8.8
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Realizzazione siti web Cobaltica Foligno
spacer.png, 0 kB