spacer.png, 0 kB

Torna indietro   Roboitalia.com - Il primo portale in Italia sulla robotica amatoriale > Progetti di Robot > Robot BEAM

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalitŗ† visualizzazioe
  #1  
Vecchio 24-08-2004, 22.30.41
spallanzani spallanzani non è collegato
Nuovo robottaro
 
Data registrazione: 07-08-2004
Residenza: Livorno
Messaggi: 14
Potenza reputazione: 0
spallanzani E' per ora ancora un mistero
Predefinito Robot autonomo - Photovore

Salve!
Avevo intenzione di realizzare un robot che fosse completamente autosufficiente ossia che funzionasse con celle solari e avesse dei sensori in modo che si potesse spostare sempre verso una fonte di luce e avesse sempre la possibilit√* di alimentarsi. Inoltre doveva essere munito di sensori per evitare gli ostacoli.
Poi ho visto il Photovore della Solarbotics e mi sembra che faccia tutto questo.
Qualcuno di voi ha esperienza con questo robot?
In particolare: mi sembra dalle foto che il robot poggi a terra sugli assi dei motori. Come fa a muoversi? √® possibile dotarlo di ruote senza "smattare" pi√Ļ di tanto?
Grazie delle informazioni.

Giorgio
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 25-08-2004, 07.52.50
luciano luciano non è collegato
Robottaro gold
 
Data registrazione: 16-04-2003
Residenza: Torre d'Isola (PV)
Messaggi: 174
Potenza reputazione: 73
luciano E' per ora ancora un mistero
Predefinito

si hai ragione, questo photovore fa tutto quello che dici, (in pratica piu o meno la sostanza del robot della DeA..!). acquistare o meno il kit dipende solo dalle tue capacit√*. se sei alle prime armi √® senz'altro uno'ottima scelta. se hai gia piu esperienza puoi semplicemente scaricare le istruzioni e partire da li. se infine vuoi saperne di piu sui beam forse ti coonv√¨iene acquistare il libro della solarbotics (Junkbots...) che ormai si trova anche in AMAZON di seconda mano.

per quanto riguarda i motori, l'idea di usare l'asse -malgrado le limitazioni- è una autentica finezza e serve per eliminare il motoriduttore (con pesi e costi relativi). i motori usati in questo circuito vanno a circa 10000 giri/min per cui non potrebbero montare delle ruote direttamente. invece, con la punta dell'asse, orientato obliqualmente sul terreno, ottieni in pratica una riduzione enorme (e qundi un aumento della coppia), tanto maggiore quanto maggiore è l'inclinazione, senza bisogno di ingranaggi. inoltre sapendo che la coppia si riduce all'aumentare del diametro, se si tiene un diametro piccolo (appunto usando l'asse) si ha un effetto corrispondente a una "non riduzione" della coppia in rapporto a un asse che monti una ruota. naturalmente questo ha un costo, infatti questi robot vanno molto bene soltanto su superfici relativamente lisce (il grip viene ottenuto con dei gommini posti sull'asse, ma il diametro deve restare il piu picolo possibile per mantenere la "riduzione".
alternativamente, nulla vieta di usare dei motoriduttori, il che consente di montare delle ruote (= dei diametri piu larghi) e tenere gli assi paralleli al terreno, però nei robot solari occorre fare molta attenzione ai pesi e ai consumi. in questo caso dovrebbero andare bene i GM10 e i GM15 sempre della solarbotics. inoltre, eliminando il circuito stampato e montando i componenti tutti insieme direttamente si ottiene una migliore compattazione e riduzione del peso (=maggiore efficienza).
insomma, mi sembra un ottimo inizio, anche perchè poi ci si puo divertire parecchio a fare modifiche e migliorie.
ciao
Luciano
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 25-08-2004, 22.00.57
spallanzani spallanzani non è collegato
Nuovo robottaro
 
Data registrazione: 07-08-2004
Residenza: Livorno
Messaggi: 14
Potenza reputazione: 0
spallanzani E' per ora ancora un mistero
Predefinito

E' esattamente quello che volevo sapere: ossia perché poggiasse su gli assi. Se ho capito bene questo evita demoltiplicatori dotando il robot di una coppia che gli permette di muoversi consumando meno.
Effettivamente avevo pensato di prendere il kit. Sono veramente alle prime armi, sto solo smanettando un po' con Cybot (che come costruzione non da problemi, almeno per adesso) e volevo cimentarmi con qualcosa di BEAM e veramente da costruire.
Non so se prendere il Sumovore o il Photovore (o almeno quale prendere per primo )
Comunque sia mi affasciano i BEAM.
Grazie ancora.
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 26-08-2004, 07.14.36
luciano luciano non è collegato
Robottaro gold
 
Data registrazione: 16-04-2003
Residenza: Torre d'Isola (PV)
Messaggi: 174
Potenza reputazione: 73
luciano E' per ora ancora un mistero
Predefinito

sull'altro post e in precedenza ho descritto come utilizzare il Cybot in chiave BEAM, tra l'altro usando lo schema di Domenico (su beamitaly) puoi fare un bellissimo BEAM "programmabile" con questa piattaforma. con quello che risparmi dal CyBot puoi acquistare entrambi. il sumovore però, pur facilissimo da montare e di grande soddisfazione, è abbastanza complesso come elettronica da capire. per quanto riguarda i modelli solari, ti consiglierei di montare il sumovore, poi duplicare i pezzi e montarne un altro su breadboard e iniziare da li a sperimentare. se ti compri il libro hai decine di esperimenti bellissimi da fare.
ciao
Luciano
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione
Modalitŗ† visualizzazioe

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code Ť Attivato
Le smilies sono Attivato
[IMG] Ť Attivato
Il codice HTML Ť Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Photovore Supernova88 Elettronica 13 09-11-2011 20.54.34
Alimentazione per sistema autonomo. Ziko E. Analogica 2 28-07-2011 17.45.53
Braccio Meccanico Autonomo rondi46 Elettronica 16 30-03-2009 12.46.13
costruire un photovore gianlu-10- Robot BEAM 1 01-09-2008 22.42.37


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le: 19.32.59.


Basato su: vBulletin Versione 3.8.8
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Realizzazione siti web Cobaltica Foligno
spacer.png, 0 kB