spacer.png, 0 kB

Torna indietro   Roboitalia.com - Il primo portale in Italia sulla robotica amatoriale > Generale > Forum generale

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità  visualizzazioe
  #1  
Vecchio 27-07-2010, 08.47.16
L'avatar di guiott
guiott guiott non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 23-04-2004
Residenza: Roma
Età : 64
Messaggi: 1,418
Potenza reputazione: 340
guiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via AIM a guiott Invia un messaggio via MSN a guiott Invia un messaggio via Yahoo a guiott Send a message via Skype™ to guiott
Predefinito Versioning 1° parte

Non credo che si offenda nessuno se riporto in questo thread una serie di considerazioni fatte sull'argomento Version Control in altri forum e mailing list, giusto per raccoglierle tutte insieme.

riporto i posto così come sono arrivati. L'intento è quello di avere un thread che cresca con il contributo di tutti.

Se preferite si può mettere nelle FAQ, l'importante, per ora, era non perdere tutto il know how già acquisito.

============
Non ho mai usato sistemi di versioning, lavorando da solo sto attento io alle
varie versioni, i backup e a mantenere la storia dei miei programmi, anche se
qualche volta riesco ad imbrogliarmi anche da solo ma, avendo diverse copie,
alla fine ne esco sempre.

Publicando un SW open source sul quale, si spera, ci potrebbe essere il
contributo di diverse persone, varrebbe la pena di usare un sistema un po'
migliore?

Ho visto che MPLAB supporta diversi sistemi:
PVCS
Microsoft Visual SourceSafe
Subversion
CVS

non ho alcuna idea di come funzionino ne quali possano essere vantaggi e
svantaggi di ognuno.

Qualcuno di voi li conosce/li usa?

============

> Non ho mai usato sistemi di versioning

Nella mia piccola esperienza...
> Microsoft Visual SourceSafe

Un buco col programma intorno, sono più le volte che si incasina di quelle che
funziona.

> CVS
lo sto usando con vs2005 e per il momento sta facendo il suo dovere.
Ha un approccio di "merge" piuttosto che di "blocco" cioè lascia che due
programmatori lavorino sullo stesso file e poi fonde le modifiche.
Non amo omolto questo sistema, ma in fin dei conti è raro che si lavori sullo
stesso file.

============

> I> CVS
> lo sto usando con vs2005 e per il momento sta facendo il suo dovere.
> Ha un approccio di "merge" piuttosto che di "blocco" cioè lascia che due
programmatori lavorino sullo stesso file e poi fonde le modifiche.
> Non amo omolto questo sistema, ma in fin dei conti è raro che si lavori sullo
stesso file.
>


Più che altro mi serve che mi aiuti nel tener conto delle differenze tra due
pacchetti dello steso programma per capire rapidamente quali cose sono state
modificate o aggiunte. Nel mio piccolo lo faccio con BBedit, un editor generico,
che mi evidenzia le differenze tra i file con lo stesso nome contenuti in due
directories. Quindi potrebbe andar bene CVS. Gli do' un occhiata. Grazie Sergio.

============

Mi avete incuriosito e provo a guardarci.
Io ad oggi uso i commenti in testa al SW dove tengo la storia delle versioni:

'* : 4.1) inserito: *
'* : -Gestione urto con o senza freccia *
'* : -Allineamento maggiore con verifica a posteriori *
'* : della presenza recinto e giraxxd *
'* : -Spirale erbaaltaveloce *
'* : -Semiautomatico con o senza sicurezza radio base *
'* : 4.2) corretto Semiautomatico *
'* : 4.3) coerenza menu *
'* : 4.4) menu sens. recinto aumentati i tempi np *
'* : 4.5) Ottimizzato per motori 24V *
'* : Inserito Danese *
'* : Menu nascosti in inglese *
'* : 4.6) Contaurto per cambio lato dopo 4 urti consecutivi *

IL nome del file poi segue la versione del sw quindi aprendo l'ultima ad esempio
herby460.pbp (l'estensione l'ho aggiunta di proposito )))
ho la versione aggiornata e volendo tornare indietro per rivedere ad esempio il
menu nascosti in italiano so che devo aprire la herby440.pbp

============

>Mi avete incuriosito e provo a guardarci.
>Io ad oggi uso i commenti in testa al SW dove tengo la storia delle versioni:

E' lo stesso sistema che uso io e funziona benissimo, però va bene solo se ci
lavora una singola persona.

============

Infatti.
Io li metto tutti in fondo (tanto per fare il diverso) nel file dedicato ai
commenti.
Va bene per capire cosa c'è di nuovo. Succede spesso però che faccio alcune
piccole modifiche per risolvere alcuni bachi o piccole migliorie, che poi mi
scordo. Essendo molto piccole non genero una nuova versione, e dopo un po' di
tempo prendo la stessa versione sul backup e mi perdo le modifiche fatte.
Come ho detto quando devo guardare le differenze lo faccio con BBedit, ma questo
va ancora bene lavorando da solo.
Se sul SW comincia a metterci le mani un altro ci vuole qualcosa di più serio.
Anche se ho paura che poi diventi troppo complicato.

Proviamo, a tornare indietro si fa sempre in tempo.

============

Provare ad usare GIT ?

http://en.wikipedia.org/wiki/Compari...ntrol_software

Qui trovi una bella lista comparativa.

Io uso git per lavoro e mi trovo molto bene, è un sisterma distribuito
quindi non hai la necessità di impostarti un client e un server e
robusto a sufficienza (è stato sviluppato da L.Torvalds per lo
sviluppo di Linux).

CSV attualmente è mantenuto ma non ci fanno più sviluppo attivo, in
caso, se hai bisogno di un prodotto di quel tipo, ti conviene optare
per SVN.

============

Io uso un file a parte in cui scrivo cosa ho modificato, quando ho una versione
stabile copio tutta la directory e la rinomino così mi rimane una traccia delle
versioni stabili. Se non fosse sufficiente, specialmente in modifiche di una
certa entità, commento le righe di codice che devo modificare e le nuove le
inserisco fra due righe di commento con caratteri tutti uguali.

Sono andato a vedere sul manuale di mplab, mi sembra di capire che serve sempre
un soft esterno . . . . .
Sarebbe bello avere un sistema che crea da mplab una copia del soft quando
richiesto con un file che in automatico evidenzi tutte le differenze dalla
directory di partenza. Vi seguo perché la cosa è interessante.

============

Io lavoro con questo http://it.wikipedia.org/wiki/TortoiseSVN

Al momento l'unico problema capitato è che a volte, le icone che notificano lo
stato dei file (ad esempio una differenza fra il codice comune e quello sulla
tua postazione) non si refreshano automaticamente, ma hanno bisogno di un colpo
di F5 sulla cartella di progetto.

============

E' supportato da MPLAB direttamente?

io ho visto solo questi:

> > PVCS
> > Microsoft Visual SourceSafe
> > Subversion
> > CVS

============ continua
__________________
Guido
------
www.guiott.com

Ultima modifica di guiott : 27-07-2010 alle ore 08.58.30
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 27-07-2010, 08.50.32
L'avatar di guiott
guiott guiott non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 23-04-2004
Residenza: Roma
Età : 64
Messaggi: 1,418
Potenza reputazione: 340
guiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via AIM a guiott Invia un messaggio via MSN a guiott Invia un messaggio via Yahoo a guiott Send a message via Skype™ to guiott
Predefinito Versioning 2° parte

======= segue

Quando decido di rompere le scatole le rompo sul serio :-)

ho chiesto un po' in giro ed ecco la risposta migliore che ho ricevuto:

> Un sistema di versioning è sempre molto utile per lo sviluppo di un software,
qualsiasi sia il numero dei partecipanti, anche se si è da soli.
> Lo scopo principale di un sistema di versioning è evitare di fare i backup
manuali di cui parli tu. Ogni sviluppatore registra a intervalli regolari le
modifiche che ha fatto al progetto (per esempio quando ha finito di risolvere un
particolare problema). La modifica viene
> registrata assieme ad un commento inserito dallo sviluppatore che indica cosa
è stato fatto. Il sistema poi tiene traccia di che righe di quali
> file sono state aggiunte, tolte o modificate ad ogni revisione, e chi è stato
a fare queste modifiche. Queste modifiche vengono sincronizzate
> solitamente con un server centrale che permette a tutti gli altri partecipanti
di ricevere il lavoro degli altri in tempo reale.
>
> In ogni momento qualsiasi partecipante può scaricare dal server una copia del
progetto com'era in un dato istante del passato, ad
> esempio scaricare la revisione del 10 giugno, oppure osservare le differenze
(in termini di righe modificate) tra due revisioni qualsiasi.
>
> Adesso ti faccio un esempio dell'utilità di un sistema del genere.
> Questi sistemi sono molto utili quando si mantengono versioni differenti dello
stesso software. Diciamo per esempio che la
> revisione del 18 luglio alle 13:00 sia la stabile e perfettamente funzionante
1.0. Lo sviluppo procede verso la versione successiva e
> il sorgente continua a venire modificato giornalmente. Ad un certo punto si
scopre che un bug affliggeva la versione 1.0 ma lo sviluppo
> della 2.0 non è ancora terminato. Un sistema di versioning permette di
ottenere il sorgente della versione 1.0, modificarla per sistemare
> il bug, registrare questo fix in un ramo di sviluppo separato, tecnicamente
chiamato "branch", e quindi distribuire il nuovo branch come
> versione 1.0.1, senza essere disturbati dallo sviluppo in corso sulla 2.0. Può
darsi che quel particolare bug sia ancora presente nel
> codice in sviluppo, per cui basta dire al sistema di applicare l'ultima patch
del ramo "stabile" anche al ramo "in sviluppo", così da sistemare
> il problema su tutte e due le versioni.
> Nella pratica, quando si sviluppa un software in gruppo queste situazioni
capitano ogni momento.
>
> Venendo ai singoli sistemi, tra quelli supportati da MPLAB ti consiglierei
sicuramente Subversion, perchè è il più recente e facile da usare tra
> quelli della lista.
> CVS è stato il primo di questi sistemi, ed è stato usato per quasi 30 anni in
tutto il mondo dello sviluppo del software, ma ormai è obsoleto.
> Visual SourceSafe è un prodotto a pagamento a differenza degli altri, e ha la
caratteristica di integrarsi bene con Visual Studio, che però tu
> non usi e quindi non penso ti serva. PVCS è alquanto vecchiotto.
>
> Io personalmente uso un altro sistema, chiamato Git, che è il più moderno tra
i vari disponibili e semplifica di molto la gestione dei branch.
> Il fatto che MPLAB non lo supporti non sarebbe un grosso problema, perchè
questi sistemi hanno una propria interfaccia e lavorano a livello
> dei file del progetto, per cui quale ambiente di sviluppo usi non ha nessuna
influenza. E' normale, comunque, che per comodità si voglia usare
> uno strumento supportato dall'ambiente di sviluppo, per cui Subversion può
andare benissimo.
>
> Se si vuole lavorare in gruppo, tutti questi sistemi hanno bisogno di un
server centrale che faccia da "repository" del progetto. Visto che sarà open
> source, può depositare il tuo progetto in uno dei tanti siti di Hosting per
software open source che sono disponibili in rete. Per Subversion il più
> comodo è Google Code, che offre anche supporto per Git, volendo. Per Git,
esistono Github o Gitorious.
Qui il manuale di subversion in italiano

http://svnbook.red-bean.com/nightly/it/svn-book.pdf

============

Non vorrei sbagliarmi ma mi sembra che il collegamento con un server sia sempre
necessario. Questa è un pò una scocciatura ...

============

Se lo usi solo per te il server può essere sulla tua stessa macchina. Se devi
condividere il lavoro con altri come puoi fare se non mettendolo su un server
visibile da tutti?

============

hai pienamente ragione, io sono ancora legato a IIS che per installarlo serviva
la versione professional di windows. Installando il programma (per uso peronale
) mi sono accorto che si installa anche apache, stasera provo a vedere come
funziona al di fuori di mplab.

============

Il pomeriggio, fra un pò di lavoro e un altro pò di lavoro .... ho dato
un'occhiata al libro su subversion (solo una parte è in italiano ma è comunque
scorrevolissimo).

Da quello che ho letto mi sembra che sia un pò complicato usarlo senza avere un
soft a parte per supportarne le varie funzionalità. Insomma forse complicato è
esagerato ma è un pò lungo da imparare, una marea di funzionalità, ma
soprattutto va gestito manualmente, invia il file, scarica la versione nuova,
scarica l'altro file controlla la versione etc... insomma è un pò una
scocciatura bello sarebbe avere un pulsante da pigiare e attivare il comando
aggiorna la storia del progetto. Mi sta quasi venendo voglia di fare un piccolo
soft per lanciare in automatico dei file .bat con i comandi.

Se poi ci mettiamo che a me servirebbe per un uso personale e che ovviamente
vorrei usarlo non solo per gestire i progetti di mplab, me ne sta un pò passando
la voglia.

Qualche altro ha provato a vedere qualcosa?

Sapete se esistono altri soft più semplici e automatici per uso personale?

============

Per esperienza

Se avete winzozz scaricatevi TortoiseSVN

È una interfaccia grafica a svn che potere usare pure senza server (così vi
fate tutte le prove che volete)



Per quanto riguarda i commit e gli update automatici ve li sconsiglio

Lavorate sui vostri file e quando siete sicuri committate, magari solo quei
due file di cui siete sicuri

Quando vorrete updatare la vostra versione con quella sul server fate voi
update a mano e così non vi trovate il file che stavate modificando che vi
cambia sotto



Per inciso quando fate update vi aggiorna tutti i file che avete alla
versione che sta sul server che avete scelto (in genere l’ultima)



Comunque se cominciate ad usarlo vi troverete bene, è una cosa comodissima
per tener traccia di quello che si fa e ed è indispensabile se si lavora a
più mani su un progetto

Una cosa non da poco è che poi i vostri sorgenti stanno tutti a un posto e
basta che vi backuppiate quel posto ogni tanto

============

> Guido, per cosa stai optando tu?
>


Sto provando Google Code con SVN.
L'ho installato e configurato (grazie ad un amico) e ora MPLAB funziona SOLO con
SVN, non carica più progetti che non usino SVN. Ovviamente per usarli basta
disabilitarlo.

Da interfaccia MPLAB posso fare il commit, l'update e tutto il resto del singolo
file o dell'intero progetto.
Dal momento che mi capita di lavorare su diverse macchine e vado sempre in giro
con la chiavetta a fare copie, il fatto di averlo sincronizzato su un server
condiviso non è male per niente, anche lavorando da solo.

Una volta configurato è facilissimo da usare.

============

> Una volta configurato è facilissimo da usare.
>
>

Miniguida?

Per windows da http://subversion.apache.org/packages.html c'è la possibilità
di scegliere tra :
CollabNet, SlikSVN, VisualSVN, WANdisco.
Quale versione mi consigliate e qual'è la differenza?

============

> Miniguida?
> _
>


Ahhhh!! Vi piace la pappa pronta? E che devo fa' tutto io? :-)))

L'ho installato di corsa insieme a questo amico per tentativi e ci ho capito
poco.
Ora me lo devo reinstallare da solo sul computer di casa. Appena ho capito come,
vedo di scrivere qualcosa.

Come ho già detto mi sembra comodo anche per un uso personale: progetto
centralizzato, ben integrato con MPLAB, comandi di aggiornamento e inoltro
attivabili con tasto destro dall'interfaccia. Il progetto rimane sempre e
comunque disponibile sul proprio PC ed utilizzabile anche senza SVN.
Dalla GUI su Google si possono vedere le differenze tra le varie versioni.
Possibilità di installarlo sulla macchina che si vuole. Accesso in sola lettura
e/o modifica con password per diverse tipologie di utenti. Possibilità di
branching.

Per la pochissima esperienza che ho sull'argomento mi sembra buono.

========= continua
__________________
Guido
------
www.guiott.com
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 27-07-2010, 08.52.27
L'avatar di guiott
guiott guiott non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 23-04-2004
Residenza: Roma
Età : 64
Messaggi: 1,418
Potenza reputazione: 340
guiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via AIM a guiott Invia un messaggio via MSN a guiott Invia un messaggio via Yahoo a guiott Send a message via Skype™ to guiott
Predefinito Versioning 3° parte

============ segue

OK .... non mi posso arrendere! Sto proseguendo lo studio su subversion.

Ci sono stato buona parte della serata .... la mia wife ancora brontola ....
Comunque sono riuscito a fare qualche cosa da riga di comando dos.

Qui la serie di comandi sperimentata, alcuni hanno una marea di opzioni e io ne
ho visto si e no una o due:

---------------------------------
creare progetto:
c:\svn\svnadmin create d:\svn\PIC\sensori
---------------------------------
Inviare la prima revisione - dopo la directory può essere cancellata:
c:\svn\svn import d:\svnp\pic\sensori file:///d:/svn/pic/sensori -m "inizial
import"
---------------------------------
richiamare una copia di lavoro - l'ho rimessa nella stessa directory ma non è
obbligatorio:
c:\svn\svn checkout file:///d:/pic/sensori/trunk d:\svnp\pic\sensori\trunk
---------------------------------
Mostra le differenze fra la copia locale e l'ultima veersione:
c:\svn\svn diff d:\progetti\pic\sensori\z.h
---------------------------------
pubblica una modifica di un file
c:\svn\svn commit "drogetti\pic\sensori\z.h" -F c:\modifiche.txt
---------------------------------
aggiorna la copia di lavoro locale
c:\svn\svn update d:\progetti\pic\sensori\z.h
---------------------------------

Insomma alla fine più semplice di come sembrava.

Ho anche fatto una prova per una shell (proprio due righe), insomma devo
risolvere diversi punti ma credo che se mi accontento e se aggiungo i comandi e
le opzioni mano a mano che mi servono qualcosa potrei provare a fare(mah
chissa....).

Non mi dite che ho fatto poco, solo per capire come si indicano gli indirizzi in
locale e poi in web (con il server di svnserv) .... non vi dico. Non sono
neanche sicuro di aver capito di più di qualche cosa

L'idea è di avere una storia di qualsiasi progetto, mplab, eagle, asp, basic,
etc.... dall'esterno del software di sviluppo manipolo la directory del progetto
sempre nella stessa maniera.

============

io ho scaricato da collabnet perche mi sembrava che avesse i file
d'installazione sia del client che del server. Degli altri la descrizione mi era
sembrata più fumosa, in alcuni si parla del solo client ...

Pochi post fa ho indicato il link del libro con molte parti in italiano,
comunque dopo l'installazione ti ritrovi nella directory del soft anche lo
stesso libro tutto in inglee.

io sto seguendo quello, ha un approccio un pò incasinato almeno per cme ragiono
io, poi non ho esperienza di webserver, linux ed altro. se vedi nel messagio
precedente gli slash o controslash vanno usati per directory, url e comandi in
modo differente altrimenti non li riconosce e il sistema da errori strani, tipo
<"-" non è una copia di lavoro>.

============

Ho scaricato e installato la versione SlikSVN.
Su MPLAB ho visto che si deve andare su Project->Version Control -> attivare
subversion e inserire il path/svn.exe

Ora sto cercando di capire un come funziona svn e google code.

============

OTTIMO!!
Non è assolutamente poco.
Ricorda che MPLAB è integrabile con SVN, con il tasto destro sui file dal file
manager puoi fare tutte le azioni direttamente senza invocare SVN a mano (lo fa
lui).

Questo è in locale. Se vuoi metterlo a disposizione di tutti puoi usare, ad
esempio, Google Code. Dopo il login crei il tuo progetto, generi la password
specifica del progetto e poi funziona tutto come hai detto tu in locale.
Puoi dare accesso ad altri sia in modifica che in sola lettura mettendo, ad
esempio, il link sul tuo sito.

L'eseguibile di SVN per tutte le piattaforme lo trovi qui:
http://subversion.apache.org/packages.html

============

Anche io ho installato SlikSVN perché... mi stava più simpatico :-)

Alla fine in 3 una miniguida si riesce a tirare fuori.

============

Il giorno 19/lug/2010, alle ore 23.52, Antenore ha scritto:
> Ora sto cercando di capire un come funziona svn e google code.
>

dopo aver installato SVN e dopo la registrazione a Google code:
http://code.google.com/hosting/ -> create new project -> segui tutte le
istruzioni

da linea di comando dos, stando al livello della directory del proprio progetto:
svn import dsPID33 https://dspid33.googlecode.com/svn/trunk/dsnav33 --username
guiott
usando la password generata da google code come indicato nel tab "source" del
proprio progetto su Google code

a questo punto hai tutto il tuo progetto su Google code. Puoi vedere tutti i
contenuti, confrontare le (future) versioni, eccetera.

sposta il tuo progetto originale e mettilo da parte (per sicurezza).
Poi con il comando dos:
svn checkout https://dspid33.googlecode.com/svn/trunk/ dsPID33 --username guiott
recuperi tutto il progetto nella directory voluta, con inglobate le info .svn

a questo punto puoi usare i comandi elencati da nonno oppure (in MPLAB dopo aver
abilitato il version control) il tasto destro sui nomi dei file (o sull'intero
progetto) per fare il commit o l'update dei file

Ovviamente devi usare il nome del tuo progetto e il tuo username e non quelli
che ho scritto io :-)))

si possono aggiungere membri come sviluppatori abilitati alle modifiche, oppure
vederlo semplicemente come utente anonimo:

http://code.google.com/p/dspid33/

============

per come lo fanno usare a me, questo software di versioning potrebbe supportare
qualsiasi editor, anche il notepad. In pratica lui lavora sulle directory/file
dei progetti caricati sul server. Il singolo sviluppatore si preoccupa di fare
degli update e dei commit.

============

Infatti. Se non è integrato in qualche modo con l'ambiente di sviluppo può
essere usato a mano, magari creando qualche script (quello che voi chiamate
batch :-) ) già pronto.
L'ho installato anche su Mac e mi sto creando delle applicazioni per lanciare
direttamente i comandi.
Ci ho messo tutto il progetto per la GUI e non si è fatto grossi scrupoli se
dentro ci sono foto o immagini vettoriali.
Comodissimo per vedere immediatamente le differenze.

L'unica cos che devo ancora capire e come fargli mostrare uno sketch Arduino o
Processing (.pde) come fosse un codice C. A default lo mostra come un testo puro
e non è molto bello.

http://code.google.com/p/dsnavconconsole/
http://code.google.com/p/dspid33/
http://code.google.com/p/sensors-board/

============

Esistono anche delle interfacce grafiche per SVN per tutte le piattaforme, ad
esempio RapidSVN.

============

Grazie!
Alla fine ci sono riuscito

Se può essere utile una piccola guida in italiano si trova anche su html.it
http://server.html.it/guide/leggi/147/guida-subversion/

============

prova anche http://rapidsvn.tigris.org/

aiuta molto

============ continua
__________________
Guido
------
www.guiott.com
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 27-07-2010, 08.53.29
L'avatar di guiott
guiott guiott non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 23-04-2004
Residenza: Roma
Età : 64
Messaggi: 1,418
Potenza reputazione: 340
guiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua famaguiott La sua reputazione è oltre la sua fama
Invia un messaggio via AIM a guiott Invia un messaggio via MSN a guiott Invia un messaggio via Yahoo a guiott Send a message via Skype™ to guiott
Predefinito Versioning 4° parte

========= segue

Grazie, dopo lo provo.

Senti ma, se per errore si importa un file che non centra nulla... non
esiste la possibilità di cancellarlo/editarlo?
Mi pare che l'unica cosa possibile sia quella di cancellare l'intero
project, che però avverà tra 29gg....
che storie

============

Lo cancelli da locale, con SVN, e poi fai il commit sul server.

============

Da code.google è possibile rimuovere un progetto. Se voglio solo fare delle
prove posso creare dei progetti fittizzi per poi cancellarli?

Oggi non ho potuto lavorarci molto, però mi sto facendo una piccola intrfaccia
personalizzata, (solo per windows e molto scrausa).

Ho provato Tortoise svn ma è troppo invasivo, i soft che si infilano dapertutto
non mi piaciono, anche se la comodità di cliccare il tasto destro del mouse sul
file e fare un'operazione di subversion è veramente eccezionale.

Ora provo anche rapidsvn, vediamo se è meno invasivo, altrimenti mi completo il
mio softwarino casereccio e uso quello.

============

Altra domanda, anche se ne avevamo già parlato ho bisogno di una rinfrescatina
alle idee. Fra i vari tipi di licenze per la distribuzione di software quale
conviene usare? Quali sono le differenze, tipo, quale prevede di mensionare
sempre l'autore principale, quale obbliga in caso di modifiche di darne
comunicazione, quale permette di modificare il soft e di riusarlo solo con lo
stesso tipo di licenza e non per fini commerciali (anche se qualcuno li usasse,
ed è difficile che qualcuno usi i miei soft per uso commerciale, ma quando me ne
accorgerei ....), quale .... etc...

Qualcuno ha voglia di indicarmi quale tipo di licenza devo andarmi a leggere?

============

Ci sono diversi livelli di GPL (http://www.gnu.org/licenses/gpl.html) e diversi
di Creative commons (http://creativecommons.org/licenses/)
se ne può discutere per mesi.

============

ho letto qualcosa sulle licenze, ho trovato anche indicazioni in italiano però
due cose non mi convincono. La prima, mi sembra che più o meno tutte consentono
l'uso del software libero per un uso commerciale, purchè i sorgenti siano
disponibili, la seconda che in caso di modifiche risulta solo l'ultimo autore.
Cioè io faccio il soft, uno aggiunge una virgola e diventa suo. Non mi sembra di
aver letto l'obbligo di mensionare l'autore principale ....!!!??'

fore ho capito male, comunque alla fine per le prove ho usato la stessa licenza
che hai usato tu, gpl2, sicuro così di non sbagliare ....

Ho fatto un pò di prove su googlecode con un progetto fittizio. Mi sono accorto
che l'autenticazione avviene da dos dopo aver inviato il primo messaggio esce la
richiesta della password (sembrerebbe controllato dal soft di subversion con una
richiesta aggiuntiva) .... quindi per autenticarsi si devono per forza usare le
api di subversion o sbaglio? Non era più semplice inserire la password da riga
di comando, come si inserisce l'username? Subversion poteva sempre criptarla

============

io sto usando MPLAB per il progetto dsPic e rapidSvn per Arduino e Processing da
Mac. La password per SVN, sottomissione, update, checkout e tutto il resto è
quella generata automaticamente e la richiede solo la prima volta.
la password di accesso al sito è quella con la quale ti sei registrato e la
memorizzi nel browser.
non ho capito di quale altro accesso parli.
devo ancora configurare i vari programmi per rapidSvn, diff, edit, eccetera. per
ora uso rapidSvn solo per commit e update ( e anche un nuovo checkout una volta
che mi sono incasinato completamente). per il controllo delle versioni i diff ed
ilresto uso l'interfaccia di Google code.
faccio modifiche sul computer in ufficio e poi update da casa e viceversa. ho
sempre la versione aggiornata in ogni momento. per ora sono contentissimo.

============

Si, le prime prove le ho fatte con la finestra dos e pure a me ha chiesto la
password solo la prima volta. La mia curiosita per la password nasce dalla
voglia di realizzare una piccola shell che lancia in automatico gli script gia
confezionati. Mi veniva il dubbio su come avrei potuto inserire la password
senza accedere alle api, visto che quando si accede la prima volta, l'accesso è
gestito lanciando un comando che genera un input successivo, impossibile da
gestire con uno script ....

Comunque anche io ho usato rapid svn sia in locale che su google code.
In locale non permette di fare il create e quello lo si deve fare sempre da
finestra dos, per il resto invece è abbastanza buono, non si mischia nel sistema
operativo ed è sufficientemente potente, nel senso che semplifica di molto la
vita ricordando percorsi, file modificati, etc....

per ora mi accontento pure io, ho fatto un pò di prove da finestra dos con diff,
del, add, ect. su google code, e devo dire che va alla grande. Alla fine ho
cancellato il repository anche se mi pare di capire che non lo cancella
ficicamente ma lo nasconde soltanto.

Devo ringraziarti per avermi fatto scoprire questo modo di gestire le revisioni,
sia dei soft che di altro, ... proprio una forza.

ahh ho anche letto a cosa servono le altre due cartelle, brances e tags, la
prima permette di sviluppre il soft parallelamente ad una versione stabile, su
un ramo a parte, in pratica modifichi una copia dell'originale, che poi si può
(merge) ricongiungere al ramo originale, le tag sono invece una fotografia di
una certa versione, tipo la beta, la prima resa pubblica, la prima che funziona
... etc.

E' tardi speriamo si capisca ciò che ho scritto .....

============ FINE
__________________
Guido
------
www.guiott.com
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 13-01-2011, 10.27.13
Ronne Ronne non è collegato
Nuovo robottaro
 
Data registrazione: 13-01-2011
Residenza: USA
Età : 31
Messaggi: 1
Potenza reputazione: 0
Ronne E' per ora ancora un mistero
Predefinito

Ciao ragazzi, ..
Questo sito contiene discussione molto impressionante e la specie di un grande materiale informativo utile per molti altri ha bisogno di questo tipo di cose, ..
grazie, ..
__________________
SK0-003 HP2-Q04 NS0-153 352-001
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 13-01-2011, 12.15.54
gyppe gyppe non è collegato
Robottaro sostenitore
 
Data registrazione: 24-03-2009
Residenza: sardegna
Età : 40
Messaggi: 1,250
Potenza reputazione: 101
gyppe La sua reputazione è oltre la sua famagyppe La sua reputazione è oltre la sua fama
Predefinito

Me lo leggerò con molta calma grazie.
Forse è ora che cominci a lavorare non dico seriamente ma almeno con un certo criterio, proprio l'altro giorno mi sono accorto di aver perso l'ultimo sorgente ormai finito e messo a punto del software per il controllo motori. Ne ho trovato solo un vecchio listato dove in pratica manca tutto, gestione seriale e protocollo, gestione dei livelli di interrupt, gestione del pid, delle rampe, dell'assorbimento, tutto da rifare! Mesi di lavoro buttati al vento :/
__________________
Visita: Cheap-hack
Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione
Modalità  visualizzazioe

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code è Attivato
Le smilies sono Attivato
[IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Komandami 3^a Parte Caronte L'angolo di Caronte 0 29-01-2012 12.35.49
Komandami 2^a Parte Caronte L'angolo di Caronte 0 29-01-2012 12.28.42
Komandami 1^a Parte Caronte L'angolo di Caronte 0 29-01-2012 12.17.55
Roboponte, si parte !!! feynman1977 E. di Potenza 1 09-10-2005 10.02.50


Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le: 04.36.12.


Basato su: vBulletin Versione 3.8.8
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Realizzazione siti web Cobaltica Foligno
spacer.png, 0 kB